Abitare, Benessere, Viaggi

In Francia vietati i voli brevi.

Una scelta che fa discutere ma che potrebbe essere copiata 

Sono decisamente poche le tratte ad essere interessate a questo divieto, perché sono legate ad alcune condizioni. Le tratte che non superano le 2,5 ore di volo possono essere soppresse, ma solo se ci sono corse in treno che possano sostituirle. I treni devono avere orari regolari ed essere presenti nelle ore che possono interessare il grande pubblico. Servirà un ulteriore rafforzamento dei percorsi su strada ferrata per migliorare il servizio. In Francia vietati i voli brevi

Leggi tutto: In Francia vietati i voli brevi.

Un territorio che aiuta

A parte una limitata zona alpina ed i Pirenei, la Francia ha un territorio pianeggiante o di piccole colline, adatto a sviluppare bene una rete ferroviaria veloce. I leggendari TGV già coprono una larghissima parte del territorio. Facile fare un rapido confronto con la situazione italiana. Territorio molto più montuoso e rete ferroviaria claudicante, specie al sud. Inoltre la situazione delle isole maggiori non depone favorevolmente in quel senso. Le 13 ore necessarie per andare da Trapani e Ragusa spiegano bene come siano improponibili al momento  le soppressioni dei voli brevi.

Scopo principale ridurre l’inquinamento

I voli aerei inquinano moltissimo e contribuiscono al cambiamento climatico. Ridurre la loro frequenza nelle linee di raccordo può aiutare a decarbonizzare e sarebbe un invito a cambiare stile di vita. L’iniziativa verrà testata per tre anni. Se ci saranno i vantaggi supposti il divieto continuerà. Molte delle linee interne europee potrebbero raccogliere l’invito ed adeguarsi. Sono molte le percorrenze che potrebbero essere coperte dai treni veloci, sconvolgendo il modo abituale di viaggiare di molti cittadini.

In Francia vietati i voli brevi

Velocità superiore

I treni ad alta velocità possono rivelarsi meno costosi in termini d’inquinamento e consumi di energie fossili. Inoltre spesso i tempi sono ridotti rispetto ai voli per i quali occorre presentarsi in anticipo agli aeroporti, fare check-in, prendere posto, volare, ritirare l’eventuale bagaglio e raggiungere il centro città. Il treno offre la possibilità di arrivare direttamente nel cuore delle città

Critiche per le poche tratte coinvolte

Al momento le tratte coinvolte sono quelle che collegano Parigi a tre grandi centri Nantes, Bordeaux e Lione. Sono circa 5.000 voli su un ammontare di quasi 200.000 che solcano i cieli di Francia. Ma questo è solo l’inizio, il governo francese intendere estendere il divieto quando le condizioni di maggiore frequenza dei treno verranno soddisfatte.

Impensabile che sia definitivo

L’invito a cambiare stile di viaggio e di vita non può essere definitivo. Ma è una buona indicazione di come potrebbe migliorare il servizio e soprattutto come potrebbe migliorare la qualità della vita dei cittadini. Anche se l’impatto a livello di decarbonizzazione sarà minimo, compie un’azione simbolica che riduce l’impatto delle emissioni. Una nuova cultura del viaggio è il tema da sviluppare e speriamo che l’Europa sappia fare tesoro di questo esempio e lo applichi ovunque. In Francia vietati i voli brevi

In Francia vietati i voli brevi

Credits:Pixabay

Benessere, Viaggi

Le scie degli aerei si possono ridurre

Contribuiscono al riscaldamento globale anche se non sono arricchite di elementi chimici come qualcuno crede.

Viaggiare in aereo sta diventando un problema. Il fly-shaming (vergogna per i viaggi aerei) viene indicato da molti come l’unico modo per calmierarlo. Far crescere la coscienza critica e ambientale potrebbe ridurre la frequenza dei voli di molti passeggeri. Servono moltissimi litri di carburanti fossili per effettuare spostamenti aerei di grandi distanze. I residui che scorgiamo in cielo dopo i passaggi di un jet hanno effetti negativi sul riscaldamento globale. In realtà ci sarebbe una soluzione piuttosto indolore. Le scie degli aerei si possono ridurre

Continua a leggere →
Viaggi

Aerei senza finestrini e becco d’anatra

Allo studio nuovi aerei che avranno uno maxi schermo al posto dei finestrini

C’è una ragione di fondo se la Nasa e la KLM stanno destinando fondi ed esperienze per costruire nuovi aerei. Nella cabina di pilotaggio i finestrini vengono eliminati e sostituiti da tre grandi schermi. Uno riproduce l’orizzonte, tramite due camere ad alta tecnologia, mentre gli altri rappresentano mappe in 3D del terreno e della linea dell’orizzonte. Aerei senza finestrini e becco d’anatra.

Continua a leggere →
Viaggi

Auto a guida autonoma cambieranno anche i voli aerei

La possibilità di viaggiare in auto potrà ridurre il numero dei viaggi aerei

Sono molte le persone che non amano molto i viaggi in aereo. Alcuni per semplice paura di volare, molti per tutto il corollario che precede e segue il volo stesso. Le ore con cui anticipare il volo per essere al check-in in tempo utile, lo scarico dei bagagli, la necessità di trovare un parcheggio se nessuno può darci un passaggio. C’è una facile previsione le auto a guida autonoma cambieranno anche i voli aerei.

Continua a leggere →