Abitare, Eventi

Un violino gigante nel Canal Grande di Venezia

A bordo un quartetto d’archi che ha eseguito musiche di Vivaldi e del barocco veneziano.

Realizzato su progetto dell’artista veneziano Livio De Marchi, il violino gigante ha lo scopo di diffondere arte e cultura. Chiamato il “Violino di Noè” l’installazione mobile e natante vuole traghettare arte, così come Noè salvò gli animali. Il violino ha attraversato il Canal Grande partendo dal Municipio e attraccando alla Dogana. Seguito da un codazzo di gondole, sandali e barche a motore ha lasciato a bocca aperta veneziani e turisti. Un violino gigante nel Canal Grande di Venezia

Eventi

A Venezia, la vendetta è un piatto da servire umido

A Venezia il consiglio regionale respinge le proposte per combattere il cambiamento climatico e subito la sala consiliare si allaga.

Non c’è peggior cieco e peggior sordo di chi non vuole vedere o sentire. Nella sala consiliare della Regione Veneto a Palazzo Ferro Fini ieri hanno discusso le proposte per combattere i cambiamenti climatici. Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia in uno slancio di preveggenza hanno deciso di bocciarli. Un raro esempio di lucidità politica che però gli eventi climatici gli han fatto immediatamente rimarcare. La sala consiliare s’è infatti allagata quasi immediatamente. Si può proprio dire che a Venezia la vendetta è un piatto da servire umido.

Abitare, Eventi

Venezia una lenta agonia senza il MOSE

Aumentano le giornate di acqua alta e il MOSE che dovrebbe proteggerla non è mai stato collaudato

È un’opera nata già vecchia, che invece di portare innovazione e speranza, l’ha depredata di fondi. Ha assorbito miliardi di euro senza regalare sicurezza ad una città patrimonio dell’umanità, debole e senza certezza del suo futuro. Il disastro è avvenuto, forse irreparabile ed ora tutti accorrono al suo capezzale, e le polemiche non si contano. Come sempre prevenire è assai meglio che curare, ora rendere di nuovo la città disponibile ai residenti e ai turisti costerà moltissimo. Venezia una lenta agonia senza il MOSE

Viaggi

A Venezia un turismo a tutta comodità

La difficile arte di accontentare un pubblico sempre più esigente

Dopo l’incidente di 48 ore fa si chiariscono meglio le esigenze dei turisti da crociera. Abituati ad essere serviti e riveriti per ogni evenienza, il loro concetto di visitare Venezia non è quello dei comuni mortali, buone scarpe e camminare. Pretendono di essere sbarcati davanti a San Marco o nemmeno lo vogliono il pacchetto all inclusive. Si comprende così come certi incidenti possano accadere. A Venezia un turismo a tutta comodità.

Eventi, Viaggi

Super-navi a Venezia per poco non c’è scappato il morto

credits:corriereveneto

E’ tempo di mettere un freno a questi maxi-hotel a elica

Venezia è un patrimonio della cultura mondiale, su questo non c’è dubbio. Tutti vorrebbero visitarla, è un polo di attrazione enorme. E’ giusto che venga inclusa in tutti gli itinerari di viaggio. Basta soltanto allegarla alle destinazioni di un viaggio organizzato, perché il pacchetto vada a ruba. Eppure il troppo stroppia, voler visitare una città dove il tempo è bloccato proprio per la sua conformazione, come fosse un resort è molto negativo. Super-navi a Venezia per poco non c’è scappato il morto.