Abitare, Benessere

Rinnovabili per sostituire tutti i combustibili fossili

É una compagnia energetica danese a dare un esempio pratico di fattibilità

Il progetto ha una scadenza molto ravvicinata, entro il 2025, Ørsted prevede di essere la prima utility a zero emissioni di carbonio. Ma senza rinunciare ai propri affari. Ha solo spostato il suo interesse dal petrolio all’eolico. Anche le centrali a carbone sono state convertite in centrali a biomassa, che utilizzano gli scarti, i rifiuti, le eccedenze di produzione. Solo 10 anni fa la Ørsted basava tutto sui combustibili fossili, ed era la terza maggiore produttrice di emissioni di CO2 del paese. Rinnovabili per sostituire tutti i combustibili fossili

Benessere

Petrolio. La verità sulle compagnie petrolifere

Aumentano le preoccupazioni per il riscaldamento globale, ma le aziende petrolifere progettano di aumentare la produzione di combustibili fossili, senza impegnarsi troppo nelle rinnovabili.

Tutti si sono accorti del cambiamento climatico, gli scienziati lanciano allarmi da anni, Greta chiede di essere ascoltata e la gente continua a chiedersi cosa succederà. C’è un’ondata di interesse verso politiche green, tanto che alcune aziende avvedute sposano la causa. Anche la politica finalmente spinge in quella direzione. I gestori di fondi vorrebbero che le imprese diventassero più verdi, almeno per salvare le loro facciate. Magnati della finanza investono in energia pulita e le auto elettriche non sono più soltanto una moda, ma una realtà. Però questo slancio verde è trattenuto da una realtà inconfutabile. La domanda di petrolio è in aumento e l’industria energetica, sta facendo piani per soddisfare questa richiesta. Petrolio. La verità sulle compagnie petrolifere

Eventi, Viaggi

Isole Palau nel passaggio alle rinnovabili vincono loro

Nella corsa al passaggio completo alle energie rinnovabili è facile pensare che arriveranno per primi australiani, cinesi o giapponesi, ed invece…

A sorpresa la conversione all’energia rinnovabile solare ed eolica la completeranno per primi gli abitanti delle Palau. Una nazione piccola, ma che ha tenacemente voglia di cambiare in meglio. Tutto è nato da un disastro, luragano Sandy. Durante una conferenza riguardanti i disastri dell’uragano, si sono incontrati il presidente delle Isola Palau  e un rappresentante di Grindmarket. Hanno scoperto che potevano collaborare per migliorare il sistema energetico del piccolo stato. Isole Palau nel passaggio alle rinnovabili vincono loro