Abitare, Benessere, Eventi

I pois come carta d’identità

I pinguini africani riescono a riconoscersi dal piumaggio del petto

Anche in colonie affollatissime i pinguini africani riescono a rintracciare il loro partner. Non lo fanno col riconoscimento vocale, o col riconoscimento del volto, o del becco, ma controllando il piumaggio che hanno sul petto. Le piume che appaiono dopo 3-5 mesi dalla nascita hanno inserite nel bianco del petto alcune piume nere che creano una particolare texture. I pois come carta d’identità

Leggi tutto: I pois come carta d’identità

Quel piumaggio diventa permanente

Anche dopo aver fatto la muta le piume nere ricrescono esattamente nello stesso punto, mantenendo l’unicità del piumaggio. I pinguini che vivono in Sudafrica, Namibia ed alcune isolette dell’area, amano condividere le stesse aree per nidificare e allevare i pulcini. Il numero a volte immenso degli uccelli in ogni singola colonia rischia di diventare un problema di reperibilità. Ma i pinguini si riconoscono.

Monogami per tutta la vita

I pinguini africani sono monogami e mantengono la loro unione per tutta la vita, per questo diventa particolarmente importante riuscire a riconoscere il proprio partner. I pinguini per le loro movenze barcollanti e goffe vengono ritenuti buffi e poco intelligenti, ma in realtà stanno rivelando di essere più dotati di quanto immaginiamo.  Sono alti soltanto 50 centimetri e arrivano ai 6-7 chili di peso, si nutrono solo di pesce perciò collocano le loro colonie nelle aree rocciose che confinano con l’Oceano.

I pois come carta d’identità

Esperimenti per confermare la teoria

Per confermare la teoria dell’uso delle piume del petto come elemento di riconoscimento, gli etologi hanno svolto degli esperimenti. Hanno posto due foto di diversi pinguini in uno spazio ristretto, una raffigurava un pinguino a caso, l’altro il loro partner. I pinguini hanno individuato il partner. Per avvalorare la loro teoria, gli scienziati hanno nascosto la testa dei due pinguini raffigurati nella foto. Anche in questo caso hanno riconosciuto il loro partner.

Ritoccate le piume con photoshop

In uno step successivo alcune delle piume nere del petto sono state photoshoppate sulle foto. Anche se con difficoltà sono riusciti ad individuare il partner, mentre non lo hanno  riconosciuto quando quasi tutte le piume nere sono state cancellate. La speciale texture del petto rappresenta una sorta di documento d’identità che consente ai pinguini di riconoscere i loro compagni. 

In pericolo di estinzione

Nonostante la loro intelligenza, le colonie di pinguini africani sono in forte calo, ne sono rimasti allo stato selvaggio solo 200.000. Sono appena il 10% rispetto a qualche anno fa. Diventa urgente scoprire la causa di questo rapido rallentamento, che potrebbe essere causato dai cambiamenti climatici, o dalla pesca industriale che ha ridotto moltissimo i banchi di pesci di cui si nutrono. Sembra che soffrano anche di una difficoltà a generare nuovi pulcini e che questi vengano predati da volpi, sciacalli, gabbiani e altri rapaci. Gli etologi temono che potrebbero estinguersi in un solo decennio. I pois come carta d’identità

Credits: Pixabay

Abitare, Eventi, Viaggi

L’ufficio postale dei pinguini sarà gestito da quattro donne

In Antartide esiste un ufficio postale veramente unico nel suo genere.

È un’isoletta davvero scomoda quella dove è situato l’ufficio postale più a sud del mondo. Si chiama Goudir e vanta un porticciolo dove attraccano le navi che portano i turisti a visitare l’Antartide. Non ha nessuna delle comodità che vengono ritenute indispensabili, ma deve avere un fascino unico, vista la lista di coloro che vorrebbero lavorarci. Non c’è acqua corrente e non c’è il bagno. Le 4 donne che resteranno in loco da novembre a marzo, dovranno ingegnarsi con mezzi di fortuna, usando un secchio, assediate dai veri abitanti del luogo, i pinguini. L’ufficio postale dei pinguini sarà gestito da quattro donne

Continua a leggere →
Abitare

La tecnica con cui sopravvivono i pinguini imperatori

Resistono a temperature gelide molto sottozero nell’Antartide, ma battono il freddo col freddo.

Sembra ridicolo ma a salvare i pinguini imperatore dal congelamento è la capacità delle loro piume di raggiungere temperature ancora più basse. Il piumaggio dei pinguini consente di non disperdere calore e lo fa in un modo assolutamente inusuale. Mantengono la temperatura esterna delle loro piume ancora più bassa della temperatura dell’aria. La tecnica con cui sopravvivono i pinguini imperatori

Continua a leggere →
Eventi, Viaggi

Scoperti i pinguini giganti

credits: rendering Alcheringa: Australasian Journal of Palaeontology

Aumentano gli esemplari di uccelli giganti studiati in tutto il mondo, ma la Nuova Zelanda custodisce gli esemplari più interessanti.

La Nuova Zelanda ha svelato un altro segreto legato ai suoi animali di maxi dimensioni. Anche in questo caso si tratta di un pennuto. Dopo il gigantesco Moa e l’altrettanto enorme aquila di Haast, continuano ad essere trovati reperti appartenuti ad animali degni dei sogni di ogni paleontologo. Pochi mesi fa è avvenuta la presenza alla stampa di un maxi pappagallo vissuto 19 milioni di anni fa. Una specie non nota denominata “Squawkzilla” (un Godzilla starnazzante), mentre pochi giorni fa è stato rinvenuto un pinguino enorme. Alto come un uomo adulto. La vera Jurassic Park potrebbe essere l’arcipelago ai nostri antipodi. Scoperti i pinguini giganti

Continua a leggere →
Eventi

Due pinguini maschi covano un uovo

Succede a Berlino la coppia gay ha adottato un uovo abbandonato da un pinguino femmina poco propensa a curare la prole

Non è in realtà una notizia così rara. Ma in un’epoca in cui si straparla di gender e l’omosessualità sembra arretrare anziché avanzare nella scala dei valori fa piacere che si prenda i titoli, non solo dei mensili scientifici. La coppia è arrivata allo zoo di Berlino un anno fa e da allora ha mostrato evidente desiderio di paternità. Hanno iniziato a covare quasi ogni oggetto che avesse una vaga forma sferica. Hanno tentato con sassi ed anche pesci nella speranza di ottenere un pulcino da crescere. Due pinguini maschi covano un uovo

Continua a leggere →