Benessere, Eventi

Natale 1918 vs Natale 2020

Due eventi pandemici differenti ma simili che possono dirci molto sugli sviluppi futuri

Nel dicembre 1918 la stampa americana mise in guardia di evitare il tradizionale bacio sotto al vischio. “Attenti al vischio” era il titolo d’apertura, non fatevi prendere dalla tentazione di baciare i vostri cari ed anzi sarebbe meglio rinunciare a qualsiasi festa. Rinunciate ad ogni attività sociale. Questo accadeva quando la famosa influenza spagnola sembra va essere già sparita negli USA. Il suo apice era avvenuto in autunno, ed aveva potato via moltissime persone. In alcune aree però stava già cominciando quella che sarebbe stata la terza ondata. Natale 1918 vs Natale 2020

Eventi

Natale non c’è e già mi manca

Saltano i mercatini di Natale, pranzi e cene saranno limitati a ristretti gruppi familiari e rispolvereremo il presepe

Natale arriverà tra pochi giorni, ma come sarà? Sicuramente in minore per l’aspetto glitter, luccicante, gratificante per i doni e per l’indotto economico che ne consegue. Come affronteremo la festa del “tutti più buoni e ben pasciuti” se ci verrà chiesto un downgrade? A cosa rinunceremo e quanto veramente ci mancherà la parte commerciale rispetto a quella intima? Sapremo fronteggiare lo spleen del periodo come uno scampato pericolo, o ci deprimeremo ancora più? Natale non c’è e già mi manca

Enogastronomia, Eventi

Feste di Natale a tutto cibo, pranzi cenoni e regali

La crisi morde eppure gli italiani non vogliono rinunciare alla loro festa preferita e vogliono passarla a tavola.

È l’agro-alimentare a trovare il maggior giovamento dalle Feste di Natale. I regali gastronomici sono ancora una volta, i più graditi e ricercati. Ogni famiglia sta investendo o investirà molto del proprio budget per i regali in ciboEno-gastronomia in deciso rialzo già dal mese di settembre. Feste di Natale a tutto cibo, pranzi cenoni e regali