Eventi

Basta col profitto basato sull’odio

Importantissime aziende multinazionali cambiano le loro strategie pubblicitarie. Bloccano le promozioni dei loro prodotti su piattaforme che non fanno abbastanza per fermare campagne d’odio

Facebook, Twitter, Instagram, YouTube sono accusate di essere troppo morbide nei confronti di chi diffonde messaggi d’odio e per questo verranno boicottate. Se a farlo sono i singoli utenti non fa molto rumore, ma se a dirlo e a farlo sono alcune multinazionali il discorso cambia. Coca.Cola, Patagonia, Unilever, Verizon e NorthFace sono tra le aziende che si sono impegnate in questo senso. Basta col profitto basato sull’odio.