Eventi

W la mamma si, ma non se lavora

Che senso ha glorificare in festa, se poi le donne vengono cancellate come soggetti professionali?

Festeggeremo in modo etico la festa della mamma solamente quando anche in Italia le donne diventeranno rispettate per la sacralità del ruolo conciliato fra maternità, famiglia e lavoro. Se non sono messe in grado di fare figli e di mantenere un ruolo professionale adeguato, la natalità si abbatte, aumenta certamente l’immigrazione e, soprattutto, non aumenta il PIL. Eppure le figure femminili sono spesso le più preparate e formate a livello di studio e competenze. Giusto per restare su temi cinicamente economici.