Abitare, Enogastronomia

Il peperoncino lo mettiamo sul tetto

Le cellule solari vengono migliorate costantemente. Ora una nuova generazione utilizza il peperoncino per ottenere più energia.

Invece di pensare alle conseguenze di consumare troppo peperoncino a tavola, ora posiamo pensare a come metterlo sul tetto. La scienza continua a cercare nuove formule per trovare celle solari ad alta efficienza. Nel corso di un paio di decenni i miglioramenti sono stati costanti e i risultati sempre più brillanti. Ma la ricerca non si arresta. Ogni mese vengono sperimentate formule avveniristiche che accoppiano materiali e ritrovati chimici. Una di queste formule prevede di trattare le celle solari con la capsaicina, responsabile della piccantezza dei peperoncini. Il peperoncino lo mettiamo sul tetto

Benessere

Celle solari che si muovono come i girasoli

Creato un polimero che riesce a seguire le sorgenti luminose e più ottenere il massimo dalla luce solare presente

La diffusione dei pannelli a celle solari è aumentata moltissimo negli anno recenti. Questo ha fatto crollare il prezzo unitario delle celle, ma non ha mai risolto il problema della loro staticità. Sono immobili ma la rotazione terrestre fa cambiare l’angolo con cui i raggi le colpiscono. Ora un nuovo polimero potrebbe cambiare la situazione. Celle solari che si muovono come i girasoli