Abitare, Viaggi

C’è un bosco nuovo e lo dobbiamo tutto ad un uomo

Jadav ‘Molai’ Payeng s’è preso l’impegno di piantare alberi ogni giorno per trasformare una zona deserta in una foresta

Una striscia di terra destinata a diventare un deserto è stata trasformata in una foresta. Il merito va a Jaday Payeng l’uomo che va controcorrente e insiste a piantare alberi da una vita. Un esempio per tutti coloro che vogliono impegnarsi e lasciare dietro di sé una testimonianza di amore per il pianeta. La foresta che tutti vorremmo veder crescere, prosperare ed accogliere fauna per mantenere intatta la biodiversità. Un polmone verde che assorba CO2, riduca le temperature e combatta il cambiamento climatico attivamente. C’è un bosco nuovo e lo dobbiamo tutto ad un uomo

Abitare

Un cimitero che in realtà è un bosco

La possibilità di dare sepoltura ai propri cari in una foresta preservata

E’ nato dall’idea di un ragazzo rimasto orfano. Ogni volta che visitava i suoi cari al cimitero provava disagio davanti alla tomba che li ospitava. Un luogo freddo che però non creava la giusta atmosfera per onorarli come meritavano. Il ragazzo ora cresciuto, ha trovato il modo di creare uno spazio più adatto a chi vuole sentirsi a proprio agio dopo una perdita. Un cimitero che in realtà è un bosco.