Enogastronomia, Eventi, Marketing

Birra di Natale chi vincerà

Una tradizione che viene dall’estero dove le Birre Speciali per gli eventi sono una consuetudine

Anche per quest’anno torna l’appuntamento Birra dell’Anno Xmas Beers. Il concorso lo organizza Unionbirrai e premia le migliori birre di Natale italiane. La tradizione di celerare le Feste o gli eventi particolari con birre a tema è molto diffusa all’estero, ma sta trovando spazi importanti anche in Italia. Dopo aver consumato le birre dedicate ad Halloween è il tempo di pensare al Natale. Birra di Natale chi vincerà

Leggi tutto

Consumatori curiosi e impazienti

I consumatori di birra sono molto curiosi ed impazienti di assaggiare nuovi gusti e fragranze. Le degustazioni alla cieca, porteranno a stilare una classifica delle tre migliori birre natalizie. Sarà una giuria di esperti degustatori a svolgere il “compito ingrato” di decidere chi merita il premio. Quest’anno lo sforzo andrà abbinato alla degustazione con il panettone per simboleggiare la specificità della birra. Il panettone scelto è il vincitore dell’edizione 2022 di “Miglior Panettone Artigianale Tradizionale”. Ad aggiudicarselo il pasticcere Fiorenzo Ascolese del Panificio Ascolese di San Valentino Torio (Sa), che può fregiarsi del titolo “Mastro Panettone”.

Birra più alcoolica

Le birre di Natale vengono tradizionalmente dal Nord Europa, e sono storicamente certificate. La peculiarità più rilevante è di essere più alcooliche e speziate di essere prodotte appositamente per le festività. Nella tradizione del Nord Europa i dolci natalizi sono speziati e questa caratteristica entra anche nelle birre natalizie. L’uso di malti molto tostati e spezie rende particolarmente fragranti le birre delle Feste. Anche in questo caso, i birrai nostrani hanno dato vita a molte cotte particolari e decisamente fantasiose. Un segno distintivo della dinamicità del settore.

Birra di Natale chi vincerà

Packaging a tema

Ovviamente per entrare ancor più in atmosfera anche i packaging e le etichette risentono di tutti gli stilemi tipici del Natale. Sono birre in edizioni limitate, ideali anche per i collezionisti che trovano vesti nuove per le loro bottiglie preferite. Gli abbinamenti gastronomici diventano ancor più complessi ed intriganti, ed ogni mastro birraio avrà immaginato il modo migliore per far degustare la propria creatura. Stili differenti che generano una grande varietà e le etichette sono altrettanto “inusuali”.

Prenotazione entro il 30 novembre

Per iscriversi al concorso bisogna affrettarsi. Deadline 30 novembre. Il concorso è aperto a tutti i birrifici e micro-birrifici, sono ammesse le birre italiane prodotte dai piccoli birrifici indipendenti, reperibili in commercio. Le birre devono avere un esplicito riferimento alla festività nel nome, nella grafica e/o nella descrizione. Le iscrizioni di Birra dell’Anno Xmas Beers 2022 si chiuderanno mercoledì 30 novembre. Le birre vincitrici saranno premiate a Roma, nell’Auditorium Giuseppe Avolio/CIA Agricoltori Italiani, martedì 6 dicembre alle ore 14:30. Tutte le informazioni sul concorso sono disponibili sul sito www.birradellanno.it. Birra di Natale chi vincerà

Credits: Pixabay, Unionbirrai

Enogastronomia, Eventi, Marketing

Birra troppo cara allo stadio

Il West Ham è pronto a fare causa al London Stadium che ospita le sue partite interne

Negli stadi di solito, le cause avvengono tra le squadre per i contratti dei giocatori, ma stavolta non è così. A mettere in crisi il rapporto tra club e gestori dei servizi dello stadio sono i prezzi dei generi di conforto. Gli spettatori inglesi sono soliti consumare grandi quantità di cibo e bevande prima e durante i match. Talvolta anche dopo. In questo caso però i prezzi invece di essere rapportati alle medie sono andati alle stelle e i tifosi si sono lamentati. Birra troppo cara allo stadio

Continua a leggere →
Abitare, Benessere, Enogastronomia, Viaggi

Birra di fogna

Realizzata con le acque reflue trattate e rese assolutamente potabili

Fa parte di un progetto educativo la realizzazione di questa birra che tra i suoi ingredienti annovera l’acqua che proviene dagli impianti di trattamento di Singapore. Si chiama NEWBrew. Esiste dal 2018, nata come progetto di sensibilizzazione al riuso dell’acqua. Singapore, essendo un’isola, ha una certa difficoltà d’approvvigionamento di acque dolci, perciò ogni sua goccia è preziosa. Birra di fogna

Continua a leggere →
Enogastronomia, Marketing

Come conquistare nuovi clienti.

Coinvolgiamoli nel nostro mood.

Mettere a punto prodotti distintivi richiede alti investimenti e forte incertezza del risultato commerciale. Convincere negozi, bar, ristoranti, hotel a acquistare il tuo prodotto, scommettendo che porterà risultati economici è molto arduo. Il vecchio sistema porta a porta, ha tempi lunghi e non più così efficaci. Come conquistare nuovi clienti.

Continua a leggere →
Benessere, Enogastronomia, Marketing

Birra o Vino da consumare con gli amici?

La birra è la bevanda ideale da bere con gli amici e batte il vino.

Nelle serate in compagnia da passare con gli amici ora che diventa più semplice uscire per locali, il primato va alla birra. La bionda spumosa batte il vino come accompagnamento di aperitivi, apericena, snack, a cena o per la serata e il dopo serata. I locali dove si va per aggregazione, per conoscere altre persone o per passare qualche ora in relax hanno decretato questo successo. La birra è sempre più spesso associata alla sensazione di piacevolezza ed allo stare bene in compagnia. Birra o Vino da consumare con gli amici?

Continua a leggere →
Enogastronomia, Eventi

A ferragosto grigliate e birra a gogò

I trend degli acquisti degli italiani parlano di ritorno alla tradizione e risparmio

Torna in auge la grigliata ferragostana a base di carne. Privilegiate le carni di maiale e pollo, le più ricercate dai consumatori. Un ritorno in grande stile dopo il calo degli acquisti di carne dello scorso anno. C’è interesse anche per il pesce, anche se in formato minore rispetto alle carni. Orate al top delle richieste con cozze e gamberi. Il segnale evidente è un ritorno a grigliate abbondanti e affollate, nel segno del bisogno di ritrovata “normalità”. A ferragosto grigliate e birra a gogò

Continua a leggere →
Enogastronomia, Eventi

Birraie accusate di stregoneria

Le donne hanno prodotto birra per 7.000 anni ma 5 secoli fa vennero bandite dal commercio con la scusa della stregoneria.

La storia della birra si ammanta di mascolinità solo in tempi relativamente recenti. Un tempo erano le donne a prepararla, ma sono state private della possibilità di commerciarla e trarne vantaggi economici. Travolte dalle calunnie dei concorrenti maschi e dalla Riforma religiosa che le volveva relegate in casa a fare la calzetta e crescere figli. Fino al 1500, la fabbricazione della birra era principalmente un lavoro svolto da donne. Ma alcuni birrai hanno cominciato a sparlare delle birraie per estrometterle dai mercati. L’accusa era quella di essere streghe fattucchiere e mescolare erbe magiche per “drogare” i clienti. Birraie accusate di stregoneria

Continua a leggere →
Enogastronomia

Cresce la vendita di birra ma rischiano i micro-birrifici

In tempo di covid-19 aumentano i consumi della bevanda bionda ma a scapito delle piccole aziende

Sono i micro-birrifici a soffrire di più in periodo di pandemia, ed è in controtendenza con l’aumento dei consumi di birra. Nessuna bevanda ha avuto tanto successo quanto la birra in questo 2020 straziato dal coronavirus. Le vendite segnano un clamoroso + 16%, erano anni che non si registrava un aumento a due cifre in un solo semestre. Però questa impennata cela una nota decisamente amara. Sono le birre legate ai grandi marchi ad aver assorbito tutto l’incremento. Cresce la vendita di birra ma rischiano i micro-birrifici

Continua a leggere →
Enogastronomia, Eventi

La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

Gli eccessi di produzione ritirati, hanno trovato un utilizzo in agricoltura che suscita molto interesse.

Che gusto avranno i prodotti cresciuti sui terreni concimati dalla birra Guinness? Sono in tantissimi a chiederlo, riuscirà a condizionare i raccolti ed aggiungere gusto? Resteranno tutti delusi perché la birra non è stata utilizzata per gli orti ma per la vivaistica. A godere del gusto e del profumo della stout, la scura e caramellata birra, tra le più celebri del mondo, è stato un vivaio di abeti. Forse cambieranno un poco i colori degli aghi degli alberi di Natale del prossimo inverno. La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

Continua a leggere →
Eventi

Birra Corona quando il silenzio è la miglior risposta

Contro una campagna demonizzante si possono adottare due strategie attacco o difesa. Birra Corona ha scelto la terza via, il silenzio.

L’assurdità di collegare il coronavirus alla notissima birra servita in tutto il mondo con una fettina di limone, è destinata a finire. Lo sappiamo tutti. Utilizzare una parte del suo nome per mettere in relazione bevanda e virus è un’azione stupida. C’è una forte dose di ironia e di voglia di sberleffo nei numerosi meme dedicati all’argomento. Un modo per disinnescare la paura del contagio e ridere dei propri timori. Birra Corona quando il silenzio è la miglior risposta

Continua a leggere →