Abitare, Benessere, Viaggi

L’albero più vasto del mondo ha 47.000 tronchi

Lo stanno fotografando con camere a 360° per offrire una visione d’insieme

Si chiama Pando, un nome latino che significa “mi espando” e questo spiega buona parte del mistero che avvolge questo albero immenso. Non è il classico baobab o un solenne abete rosso californiano a svettare, da solo, verso il cielo. Questo immenso albero, il più grande del mondo è nato da un solo seme, ma si è distribuito su qualcosa come 45 ettari. Ognuno dei tronchi nati dalle radici del primo pioppo tremulo che ha dato origine alla foresta possono considerarsi suoi rami. L’albero più vasto del mondo ha 47.000 tronchi

Leggi tutto

Pioppo tremulo

È un pioppo tremulo dal tronco bianco (Populus tremuloides) e sorge nello Utah. Per difenderlo è nata una associazione la “Amici di Pando” che vuole valorizzarlo e proteggerlo. Lo chiamano il “Gigante Tremante” perché basta un alito di vento per farlo vibrare e mormorare. L’intreccio delle sue radici, lo rende uno degli esseri viventi più grandi al mondo. Si sono presi la briga di calcolarne il peso totale, che supera le 6.500 tonnellate.

Satellite per vederlo

Per comprendere le sue dimensioni servono le foto satellitari. Ha un’ampiezza che non consente allo sguardo da terra di misurarlo. È attraversato anche da un’autostrada. A periodi alterni Pando riempie di articoli la stampa statunitense. Ha qualche nemico che lo mina, come i cervi o i coleotteri che si nutrono della sua corteccia. Qualcuno lo dà come morente, ma non si capisce su quali basi. È un gigante che è sulla Terra da moltissimi anni e continua a prosperare. Potrebbe avere tra i 25.000 e gli 80.000 anni.

L'albero più vasto del mondo ha 47.000 tronchi

Un progetto per immortalarlo

Nel dubbio se vivrà o morirà in un prossimo futuro, è partito un progetto per immortalarlo. La Amici di Pando lo sta fotografando con camere a 360 gradi, tutto quanto, per offrire una possibilità di visitarlo anche restando a casa. Un’immersione nella foresta che si può gustare anche da un pc o da un tablet. Sarà la più grande documentazione fotografico dell’albero, nella sua interezza. I dati e le immagini saranno disponibili per tutti, persone comuni o studiosi. L‘obiettivo è fare innamorare della foresta più persone possibile in modo che tutti si sentano responsabili e vogliano proteggerla

Un solo organismo

È stato documentato solo nel 1976 come un unico albero con migliaia di ramificazioni. Il merito è di due botanici Burton Barnes e Jerry Kemperman. Grazie alle foto aeree si sono accorti di come si era sviluppato. La prova definitiva, è stata la raccolta del DNA dai campioni essiccati di migliaia di piante. Pando è un unico clone sviluppato da una singola pianta. È un maschio che produce polline, e continua a produrre nuovi cloni attraverso la linfa che percorre le sue radici. Pando cresce ogni anno non solo verso il cielo, ma espandendosi in larghezza, occupando nuovi spazi. Una sorta di enorme polipo vegetale che da ogni ventosa dei suoi tentacoli, fa crescere un’altra pianta. L’albero più vasto del mondo ha 47.000 tronchi

L'albero più vasto del mondo ha 47.000 tronchi

Credits: Pixabay

Abitare, Eventi

In Giappone fanno le “sepolture ad albero”

Lo spazio a disposizione per le inumazioni è sempre minore e sempre più costoso

In alcune città, non c’è nulla di più costoso di un lotto al cimitero. Anche morire sta diventando un grave problema. Lo spazio era già limitato da tempo, ma ora sta diventando insostenibile la ricerca di uno spazio per poter dare sepoltura ai propri cari. La situazione non è molto più rosea in altri paesi, ma in Giappone, Singapore e ad Hong Kong sta diventando ingestibile. In molte nazioni oltre alla rotazione delle tombe, dopo un trentennio o un cinquantennio, si stanno cercando soluzioni diverse. In Giappone fanno le “sepolture ad albero

Continua a leggere →
Benessere, Viaggi

Scoperto l’albero più alto dell’Amazzonia

Immagini satellitari e un trekking nella foresta pluviale rivelano un gruppo di alberi di oltre 80 metri, e uno alto fino a 88,5 metri.

La specie arborea Dinizia excelsa, o angelim vermelho in portoghese, ha battuto ogni record noto finora in Amazzonia. Alcuni ricercatori stavano esaminando i dati dell’Istituto Nazionale Brasiliano per la Ricerca Spaziale (Inpe) quando hanno notato qualcosa di fuori dal comune. Una serie di parametri ha permesso ai ricercatori di sapere che c’erano dei giganti che stavano crescendo nell’area di conservazione della foresta dello stato del Pará. C’è voluto tempo per capire cosa rappresentavano le misure di altezza. Scoperto l’albero più alto dell’Amazzonia

Continua a leggere →