Eventi

Sciopero degli studenti per #weekforfuture

Enorme successo di partecipazione in tutto il mondo per la settimana di lotta per cambiare le politiche dei governi per salvare il futuro planetario

La giornata dedicata agli scioperi e alle marce di sensibilizzazione è cominciata in Oceania all’alba. Sono state le isole Salomone e le Vanuato a dare il via alle manifestazioni che hanno pian piano coinvolto tutto il pianeta. Sono scesi in piazza a milioni in Australia, Cina, Thailandia, India ed Indonesia. I paesi sono oltre 150, ognuno ha dato il suo contributo, da est a ovest. I giovani e giovanissimi partecipanti hanno espresso tutte le loro paure per il cambiamento climatico. Sciopero degli studenti per #weekforfuture.

Pappami - il piatto che si mangia

Actnow

con l’hastagh #Actnow si sono succedute le manifestazioni e i cortei contrassegnati dall’urgenza di imporre l’agenda al summit sul clima che inizia lunedì a New York. Proprio a New york un permesso speciale del sindaco, ha consentito a tutti i ragazzi di partecipare a questo sciopero, aprendo il corteo che è partito da Lower Manhattan. Sono moltissime le città USA che hanno dato sostegno alla manifestazione, grandi Cortei si sono avuti anche a Philadelphia, Boston e Chicago.

Pian delle Vette - azienda agricola
sciopero degli studenti per #weekforfuture

Greta Thunberg sarà a New York

La manifestazione più importante è a New York dove Greta Thunberg è arrivata alcuni giorni fa grazie ad una traversata in barca a vela che ha aizzato i soliti polemisti.  La ragazza svedese si augura che questa giornata segni il punto di svolta sociale. Erano un milione e seicentomila a marzo scorso, gli studenti che avevano partecipato al primo sciopero generale. Avevano aderito 40 paesi, ora sono quasi quadruplicati, e la sola Germania ha visto la presenza di 1.400.000 persone a manifestare oggi.

Twitter fornisce i dati dei partecipanti

Sono centinaia i tweet postati che danno il segno dell’importanza dei cortei, ognuno con le sue migliaia o centinaia di migliaia di partecipanti. Un’azione corale che colora le città, partita dal basso e che ricorda in qualche modo le manifestazioni spontanee di 50 anni fa. Obiettivi diversi, età diverse, anche se ai giovanissimi ora si affiancano anche associazioni di adulti, ma stessa voglia di cambiamento e di riprendere in mano le sorti del mondo, visto che i politici non ne sono capaci.

sciopero degli studenti per #weekforfuture

Non è il clima a dover cambiare, ma noi

Uno degli slogan più apprezzati letti durante le manifestazione è “Non è il clima a dover cambiare, ma noi” che rappresenta la perfetta sintesi delle esigenze che i manifestanti portano avanti. Un cambio di mentalità, atteggiamenti e posizioni. Alcune aziende si sono dimostrate sensibili ai temi del riscaldamento globale. I negozi della catena Patagonia chiuderanno per alcune durante tutto l’arco della settimana. Il senso d’emergenza è stata raccolta anche dai lavoratori di due aziende leader, due mostri sacri come Amazon e Microsoft, che partecipano allo sciopero. Sciopero degli studenti per #weekforfuture.

sciopero degli studenti per #weekforfuture

Credits: all pics from the net

Summary
Sciopero degli studenti per #weekforfuture.
Article Name
Sciopero degli studenti per #weekforfuture.
Description
sciopero degli studenti per #weekforfuture milioni in marcia in tutto il pianeta per cambiare le politiche dei governi per salvare il futuro planetario
Author
Publisher Name
Oficina
Publisher Logo

Lascia un commento