Benessere, Eventi

Riscaldamento globale se ne parla ovunque

uragano tropicale riscaldamento globale

Un problema da affrontare assieme senza pregiudizi

Riscaldamento globale, se ne parla ovunque, spaventa e fa indignare. Soprattutto per l’indifferenza di alcuni grandi che negano la sua pericolosità. Sappiamo veramente a cosa andremo incontro? Perché si ostinano a contraddire gli studi di eminenti scienziati che invocano attenzione da anni?

Agraria Riva del Garda

E’ l’uomo la causa

I portavoce delle organizzazioni interessate alla salvaguardia del pianeta parlano esplicitamente di un problema sottovalutato. In prospettiva futura l’innalzamento delle temperature porterà a grandi disastri ecologici ed economici. Nel 2030 si prospetta un aumento medio delle temperature di 1,5 gradi Celsius. Le conseguenze saranno catastrofiche se non si interverrà con politiche che cambieranno il nostro modo di vivere. Già la temperatura è salita di un grado rispetto alla grande rivoluzione industriale degli inizi dell’800. E’ l’azione antropica ad aver spinto in alto le temperature, ed è l’uomo che deve porvi rimedio.

Pian delle Vette - azienda agricola

natura lago di montagna

Interessi contrapposti

Nazioni dal consistente business industriale come USA, Russia e Brasile non sembrano intenzionate a porre alcun freno. D’altra parte paesi che sono in forte sviluppo come quelle africane, asiatiche o l’India stessa non vogliono mancare al banchetto. Dopo essere state escluse per secoli ora hanno l’opportunità di promettere benessere ai propri cittadini. Ovviamente a scapito dell’intera popolazione mondiale. Riuscire a coordinare azioni concrete che coinvolgano le differenti filosofie degli stati è la parte principale del problema. I negoziati che regolarmente vengono intrapresi non hanno la forza necessaria per mutare lo scenario. Sono impegni nazionali volontari che non impegnano inderogabilmente le nazioni a controllare l’innalzamento delle temperature.

Scenari possibili

Se le cose resteranno così le conseguenze del riscaldamento globale saranno terribili per fauna e flora. Gli scenari che gli scienziati hanno elaborato sono veramente tragici. Alcuni si spingono a dire che ormai è troppo tardi, che solo un cambio drastico di rotta potrà salvare il pianeta. Ma non sarà indolore. Secondo Elena Grandi  causerà “l’aumento vertiginoso della desertificazione, la distruzione di migliaia di specie animali. La perdita dei ghiacciai e di terre adatte alla coltivazione, e l’incremento di fenomeni come inondazioni e uragani. In realtà, anche solo un decimo di grado in più, può fare danni irreparabili. Gli effetti di questi aumenti non sono lineari, ma possono essere repentini ed estremi.”

deserto riscaldamento globale

Una soluzione plausibile

Una soluzione potrebbe essere quella della riforestazione. Occorrerebbe una superficie enorme ogni anno, 300.000 km quadrati. Grosso modo la superficie dell’Italia. Il limite di 1,5 gradi di incremento è stimato come la soglia massima per il punto di non ritorno. Serve un impegno fortemente etico di tutti per non superare quel limite. La sostenibilità diventa un fattore di sopravvivenza.

Summary
Riscaldamento globale se ne parla ovunque
Article Name
Riscaldamento globale se ne parla ovunque
Description
Riscaldamento globale, se ne parla ovunque, spaventa e fa indignare. Soprattutto per l’indifferenza di alcuni grandi che negano la sua pericolosità
Author
Publisher Name
Oficina
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Il commento sarà pubblicato solo dopo l'approvazione da parte del nostro staff.