Benessere, Eventi

Prendiamo esempio dai fiori per ripartire

prendiamo esempio dai fiori per ripartire

Lo scoramento che ha preso molti e le preoccupazioni per il futuro devono stimolarci a prendere decisioni importanti per ripartire. Prendiamo esempio dalla natura

Molte piante fiorite dimostrano una resistenza e una resilienza importante. Sanno trovare soluzioni impreviste ai problemi che osteggiano il normale percorso della loro vita. I fiori hanno una necessità primaria, trovare il giusto impollinatore che gli consenta di progredire nel corso della loro esistenza. Eppure molti fiori subiscono danneggiamenti per il vento o il passaggio di animali o uomini. Vengono piegati o sbattuti a terra e questo potrebbe segnare il loro percorso. Prendiamo esempio dai fiori per ripartire

Crucolo

Eppure trovano soluzioni

Anche se sono gettati a terra, lontanissimi dal raggio d’azione dei loro impollinatori, trovano il modo di girarsi. Torcono i loro steli spezzati o piegati per offrire la migliore posizione possibile per essere impollinati. I fiori che di solito sono in posizione verticale, se la pianta viene rovesciata, si allineano in modo da essere disponibili alle visite degli insetti. Un ramo calpestato ha rivolto i fiori ancora sani mettendoli nelle condizioni migliori perché la fase d’impollinazione potesse avvenire correttamente. Hanno compiuto una torsione di oltre 180 gradi pur di essere invitanti e raggiungibili dai loro partner alati.

Pappami - il piatto che si mangia

Dieci anni di studi

Gli ecologisti Scott Armbruster e Nathan Muchhala hanno scritto un saggio botanico che descrive questa insospettata resilienza. Dopo aver studiato molte piante provenienti da tutto il mondo per oltre 10 anni, sono riusciti ad evidenziare questa capacità di riprendersi. Alcune piante, tra cui le orchidee, impiegano solo due giorni per trovare il modo di esporre i loro fiori nel modo corretto, dopo essere stati piegate. Altre orientano tutti i fiori dei rami secondari, per colmare la lacuna del ramo principale, se questo viene spezzato.

La memoria dei fiori

Questa capacità fa teorizzare che le piante conservino una memoria della collocazione dei loro fiori. Curiosamente alcune piante non si sono limitate a ruotare i fiori sopravvissuti, ma hanno anche spostato le foglie in modo da offrire maggiore spazio. Una sorta di offerta ai loro partner, un messaggio che suona come: “Hei qui c’è buon polline da raccogliere, non lo vedete?” Prendiamo esempio dai fiori per ripartire.

prendiamo esempio dai fiori per ripartire

Credits: Pics by PxHere

Summary
Prendiamo esempio dai fiori per ripartire
Article Name
Prendiamo esempio dai fiori per ripartire
Description
Prendiamo esempio dai fiori per ripartire che sanno torcere i loro steli e i loro fiori per renderli disponibili ai loro partner alati per l'ìimpollinazione
Author
Publisher Name
Oficina
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Il commento sarà pubblicato solo dopo l'approvazione da parte del nostro staff.