FORTE malia

Ethical Blog of Passion!

Abitare, Eventi

Le foreste di alghe sparite

Le coste della California ospitavano vere e proprie foreste di alghe che fiancheggiavano il profilo costiero

Un problema che sarà molto difficile superare. Ricostituire quella flora sottomarina sembra impossibile attualmente. Le immagini prese dai droni sono impietose tutto è scomparso per circa 300 chilometri. Una delle nursery più importanti per ripopolare l’oceano Pacifico non esiste più. Le alghe kelp che ondeggiavano sospinte dalle onde marine, sono state sostituite da fondali desertici, su cui crescono solo ricci e stelle marine. Le foreste di alghe sparite

Eventi, Viaggi

I nostri antenati erano grandi viaggiatori

Gli europei più antichi hanno lasciato eredi in Asia e Americhe

Con l’analisi dei resti umani scoperti in grotte bulgare, ritenute i più antichi insediamenti europei, sono arrivate diverse sorprese. Il genoma sequenziato consente di risalire fino alle più antiche origini e tracciare i percorsi effettuati. Diventa evidente che erano popolazioni che si spostavano e cercavano di trovare le migliori condizioni per vivere. I primi “europei” erano già un mix di diverse tribù, lo si può individuare dalle percentuali di Neanderthal presenti. I nostri antenati erano grandi viaggiatori

Abitare, Eventi

I ladri li trova una App Interpol

Uno strumento utile per chiunque s’imbatta in opere d’arte che potrebbero avere un oscuro passato

La nuova App Interpol servirà a scoprire le opere d’arte rubate. Il database contiene oltre 50.000 opere e s’ingrandirà ogni giorno grazie a nuove segnalazioni. Comprende antichità di ogni parte del mondo e opere celeberrime di autori che non hanno mercato per la loro notorietà. Anche le opere recenti sono state poste negli elenchi. Basterà fare uno swipe sul telefono per scoprire se l’opera che ci interessa ha qualche oscuro passaggio. Ogni utente può controllare, scaricare o caricare immagini per ottenere maggiori informazioni. In caso di positività gli utenti potranno riferire alla polizia la loro “scoperta”. I ladri li trova una App Interpol

Enogastronomia, Eventi

Negli USA stanno pensando di mangiare le cicale

È appena cominciata l’ennesima invasione delle cicale. Sono riemerse dal terreno e fanno un baccano terribile

Ogni 17 anni le cicale tornano ad uscire dai loro nascondigli sotterranei per una breve stagione degli amori. Il loro frinire è rumorosissimo e molte persone si sono dotate di cuffiette per abbassare la soglia sonora. Uscire di casa nelle ore più calde è quasi impossibile, visto il baccano. I residenti sanno che è solo un periodo breve quello in cui “canteranno”, ma il disturbo è notevole. Per eliminarne un po’, a molti è venuto in mente che, in altre culture, le cicale sono un apprezzato alimento. Negli USA stanno pensando di mangiare le cicale

Abitare, Benessere

Zanzare modificate per battere zika, dengue, febbre gialla.

Un esperimento in corso da 15 giorni in Florida per debellare il pericolo di malattie epidemiche.

Sei scatolette, grandi come medie borse frigo, sono state piazzate nelle proprietà di altrettanti volontari. Contengono uova di zanzara Aedes Aegypti , zanzare che provengono da altre aree, e che hanno la poco invidiabile fama di portare gravi malattie. Ora le uova si sono schiuse e le zanzare hanno cominciato ad uscire. Sono tutte zanzare maschio modificate geneticamente. Dovranno svolgere il loro compito di fecondatori selezionati. L’obiettivo è ridurre la popolazione delle zanzare femmine della specie. Zanzare modificate per battere zika, dengue febbre gialla.

Abitare, Benessere

Positivi o negativi gli impatti della pandemia sulla natura?

Risposte diverse a seconda dei progetti, alcune specie ne hanno beneficiato, altre invece hanno avuto problemi

Aumenta la consapevolezza che proteggere la natura sia la migliore difesa contro future pandemie. Ridurre il contatto e il conflitto, tra esseri umani e specie animali, impedisce ai virus di fare il salto di specie. Il metodo migliore per prevenire future pandemie è mantenere le distanze. Per poterlo fare occorre proteggere enormi aree di terreno ed anche gli oceani. Non è solo per la cura del paesaggio, ma una necessaria prevenzione per la salute degli umani. Se vogliamo evitare che le pandemie si succedano l’una all’altra dobbiamo intervenire per ridurre le possibilità di contatto. Positivi o negativi gli impatti della pandemia sulla natura?

Eventi

Carla Fracci e l’ascensore sociale

Ha lasciato un vuoto immenso dietro di sé la ballerina che ha meglio incarnato italianità e modernità.

Un esempio sfolgorante di classe e dedizione al lavoro. Una ballerina che ha ricevuto standing ovation in ognuno dei teatri in cui si è esibita. In tutto il mondo ha portato la bellezza della danza sui palcoscenici con la sua orgogliosa italianità. La lunghissima fila di amici, conoscenti, appassionati e semplici cittadini che ha voluto accompagnarla, nel suo ultimo viaggio, è un segno della sua grande popolarità. La camera ardente è stata allestita alla Scala, un onore ed un tributo concesso a pochissimi. Carla Fracci e l’ascensore sociale

Eventi, Viaggi

Scoperta la causa della morte di migliaia di migratori

I biologi e gli zoologi si sono interrogati per mesi per capire la causa della strage di uccelli migratori negli Usa

La causa purtroppo è dovuta ai cambiamenti climatici. I piccoli uccelli abituati alla routine migratoria nord-sud sono arrivati in Nuova Messico senza potersi nutrire. Sono morti di fame e fatica. Le autopsie hanno rivelato che erano svuotati di energie, i muscoli rattrappiti e soprattutto gli stomaci vuoti. Non hanno trovato cibo sul percorso e sono arrivati a metà viaggio senza la forza di continuare. Il loro sogno di svernare in Messico o in America Centrale s’è scontrato con una dura realtà. Scoperta la causa della morte di migliaia di migratori

Eventi, Viaggi

Perché i pirati portavano la benda nera sull’occhio

Che senso aveva portarla? Erano veramente tutti stati feriti nelle loro scorribande sui mari?

Se avete visto parecchi film sui pirati, penserete che quella benda sull’occhio servisse a coprire qualche ferita o un occhio perso in un duello. Oppure che avesse perso la vista a forza di insistere per controllare la mappa del tesoro. Ammettiamolo se c’è un pirata da qualche parte c’è un tesoro nascosto. In realtà non è proprio così. Non tutti erano stati così cialtroni da lasciarsi colpire o accecare. Perché i pirati portavano la benda nera sull’occhio

Benessere, Eventi

La scienza s’interroga sul perché ci baciamo

Ha un nome preciso la disciplina scientifica che studia i baci, si chiama filematologia, e il nome toglie molta poesia al gesto.

Gli scienziati ci mettono in guardia, se amate sbaciucchiarvi siete a rischio. È un’attività che comporta lo scambio di molti materiali, visibili ed invisibili, alcuni dei quali forse non vorreste ricevere. La sensazione che si ha da bambini, che sia una cosa disgustosa e viscida, forse non è così lontana dal vero. Ma intervengono, per fortuna, molti altri fattori, a farci cambiare idea, appena inizia l’adolescenza e gli ormoni cominciano a “correre”. La scienza s’interroga sul perché ci baciamo