Benessere

Marijuana la fame chimica è reale e provata

marijuana e fame chimica

Ci sono le prove degli effetti collaterali del consumo di canapa (fame chimica)

Marijuana la fame chimica è reale e provata, dopo averla per anni vagheggiata e intuita, arrivano risultati tangibili dei suoi effetti. Liberalizzata in molti stati negli USA a scopo ricreativo e terapeutico, è la base per studi più approfonditi. Il desiderio di divorare qualsiasi cosa capiti sottomano non è solo un’impressione, ma una sensazione reale.

banner dal Marcante 1758

Gli utilizzatori rispondono volentieri alle domande degli scienziati

Tolta la valenza di “frutto proibito” i consumatori di canapa, rispondono volentieri alle domande degli scienziati che hanno così una grande platea a disposizione. La ricerca effettuata riesce a dare buoni riscontri confrontando i risultati di stati contigui, ma con differenti situazioni di legalizzazione. Incrociando gli acquisti di prodotti alimentari in relazione coi consumi di marijuana. Un aumento importante di gelatibiscotti, patatine e snack, il cosiddetto junk food è stato notato nei giorni successivi alla liberalizzazione. Dopo un trimestre gelati e patatine sono rientrati nei consumi medi, mentre i biscotti han continuato ad aumentare.

Agraria Riva del Garda

Liberalizzazione a macchia di leopardo

La liberalizzazione a macchia di leopardo e con periodi diversi, ha permesso di confrontare i dati ancor meglio. Le differenze di consumi lo confermano. Ora il commercio della canapa legalizzata è un business importante e sono molti gli stati che vorrebbero fare lo stesso percorso. L’esempio del Montana che è riuscito a ridurre le tasse ha fatto scuola. Oltre alla cannabis in se stessa anche il dato economico dell’indotto alimentare è interessante. Con la marijuana quindi la fame chimica è reale e provata e deve essere saziata in qualche modo.

Le cause della fame chimica da marijuana

Non sono certe, le cause dell’appetito, anche se ci sono alcune teorie interessanti che potrebbero essere confermate. Una dice che un gruppo di neuroni che controllano il senso di sazietà sono inibite dal consumo di canapa. Un’altra invece cita l’ormone della grelina che stimola la fame, il suo aumento sarebbe la causa del desiderio di consumare qualsiasi cosa. Una terza teoria tira in ballo la dopamina che viene stimolata mentre si fuma. L’effetto sui centri del piacere abbassa il senso del controllo. La dopamina esalta le sensazioni positiveregala euforia e facilità di godere del momento, tra questi anche il piacere di mangiare a sazietà.

marijuana,  è reale la fame chimica provata
cannabis e fame chimica

Summary
Marijuana la fame chimica è reale e provata
Article Name
Marijuana la fame chimica è reale e provata
Description
Marijuana la fame chimica è reale e provata dagli scienziati, scatenata da grelina dopamina o gruppi di neuroni, fa aumentare la vendita di junk food
Author
Publisher Name
Oficina
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Il commento sarà pubblicato solo dopo l'approvazione da parte del nostro staff.