Abitare, Benessere

La farmacia vivente impiantabile sottopelle

La farmacia vivente impiantabile sottopelle

Un sistema per ottenere il farmaco necessario prodotto direttamente dal nostro corpo.

Nasce tutto da esigenze ed esperienze militari. La richiesta di trovare il modo di evitare che le truppe potessero soffrire di jet lag, ha dato il via alle ricerche per una soluzione pratica e veloce. Gli scienziati lavorano ad un progetto veramente innovativo. Una soluzione personalizzata, che può aiutare tutti coloro che hanno bisogno di medicinali. A partire anche dalle truppe militari, che devono essere spostate velocemente, in altre aree, ed essere operative al loro meglio. La farmacia vivente impiantabile sottopelle

banner dal Marcante 1758

Il jet lag ha dato l’avvio

Il jet lag interviene come disturbo del nostro ritmo circadiano. Il nostro orologio biologico regola il ritmo delle nostre azioni, intervenendo sulle pause sonno-veglia. Come ben sa chiunque abbia viaggiato con voli intercontinentali o chi abbia lavorato con turni notturni. Gli scienziati hanno misurato la difficoltà degli operatori sanitari coinvolti in turni che si svolgono di notte. La capacità di essere vigili e reattivi scende pericolosamente, mentre sale il livello di stress. Poter intervenire sulla modulazione del jet lag è stato l’abbrivio, ma ora il progetto si sta espandendo in altre direzioni.

banner dal Marcante 1758
La farmacia vivente impiantabile sottopelle

Com’è pensato il sistema

Farmacia vivente impiantabile è il nome del progetto. È composta di due parti. Un microchip da impiantare sottopelle (no-vax abbiamo visto come s’è sollevato il vostro sopracciglio) ed un bracciale. Un apparato attualmente in fase embrionale di sviluppo. Il microchip in realtà è un microscopico laboratorio farmaceutico in grado di fabbricare a comando le molecole che ci servono. Queste vengono immesse nell’organismo e guidate per “colpire” solo le aree interessate. Come avviene questo intervento sartoriale nel nostro corpo? Verranno guidati da un’applicazione mobile di cui noi manterremo il controllo.

Cellule viventi

L’impianto si basa su uno strato di cellule sintetiche viventi. Nel momento in cui sorge un’esigenza, queste cellule vengono stimolate attraverso un comando, che viene inviato tramite il bracciale. Le sostanze vengono immesse nel nostro sangue, e raggiungono l’area interessata, che sia la caviglia o il cervello. Il microchip sarà unico e crittografato, e non potrà essere inviato sul cloud, per proteggerci da qualsiasi malintenzionato. L’energia necessaria per il suo funzionamento, verrà attivata da una batteria inserita nel bracciale. Senza bracciale il chip non funziona, qualsiasi operazione può essere interrotta semplicemente togliendo il bracciale.

La farmacia vivente impiantabile sottopelle

Microchip isolato

Il microchip è isolato dal nostro corpo tramite una membrana che consente solo ad ossigeno e nutrienti di avere accesso. Per coloro che temono l’irreversibilità esiste una pillola in grado di eliminare le cellule all’interno del chip, per azzerare tutto. Il sistema della farmacia vivente impiantabile offre un vantaggio, è utilizzabile da tutti coloro che devono assumere medicinali quotidianamente. Pensiamo ai diabetici e alle loro iniezioni. Potrebbero evitarle. Oppure pensate a tutte le persone anziane che hanno problemi di memoria. Riceverebbero agli orari stabiliti la loro dose di farmaco, senza muovere un muscolo. Pensate a tutte le patologie più gravi e di lungo degenza. La farmacia vivente impiantabile sottopelle

Paura della scienza o della fantascienza.

il futuro del progetto è messo in discussione da molte persone che hanno timori di controlli da seconde parti. Ma l’eventuale controllo da parte di altri avverrebbe solo in caso di confermata incapacità del paziente. Molte delle remore nascono da una controversa relazione tra ricerca scientifica e fantascienza. La stragrande parte di questi timori nasce da letteratura e soprattutto dai film. Il tema del controllo da Grande Fratello è stato sviscerato da Hollywood in ogni modo. D’altro canto la notizia ha scatenato l’attenzione di molte persone che si sono offerte volontarie per testare la nuova tecnologia. Tra loro molti che soffrono di cefalee e disturbi del sonno.

La farmacia vivente impiantabile sottopelle

Trasportiamo ognuno la nostra farmacia

Con questa tecnologia, potremmo trasportare la nostra farmacia e renderla disponibile alle nostre esigenze. Un algoritmo fabbricherebbe la molecola che desideriamo e la rilascerebbe nel momento desiderato, mentre svolgiamo le nostre attività quotidiane. Anche la NASA è interessata al progetto, poter viaggiare nello spazio siderale senza dover pensare a quali medicinali trasportare sarebbe un must. Un dispensario farmacologico sempre disponibile, all’interno del nostro corpo.

Le azioni truffaldine

Gli scienziati si pongono moltissime domande sull’utilizzo. Si chiedono se qualcuno non potrebbe approfittarne. Immaginate tutti gli sportivi che potessero inviarsi una scarica di adrenalina prima di una gara o di un match. Se qualcuno volesse indulgere in sostanze dopanti o nell’uso delle droghe. Sarebbe giusto limitarne l’abuso? O sarebbe una forma di controllo? Sul mercato esistono già impianti che agiscono sottopelle. I pacemaker e le pompe di morfina sono relativamente diffusi, ma il loro controllo non è quasi mai affidato al singolo. Quali potrebbero essere i limiti? Sarebbe giusto o etico non utilizzare questa tecnologia perché qualcuno potrebbe abusarne?

La farmacia vivente impiantabile sottopelle

Scienziati impegnati a sviluppare

Il sistema composto da microchip e bracciale, sembra fornire abbastanza sicurezza. Ma gli scienziati non possono porsi limiti morali quando potrebbero salvare vite. Il microchip progredisce grazie alle innovazioni che si succedono nei settori di bioelettronica, biologia sintetica e ingegneria informatica. Le migliorie sono costanti e la versione definitiva potrebbe essere molto diversa da quella attualmente allo studio. Il processo ha molti margini di miglioramento e verrà testato a lungo prima di entrare in produzione. La farmacia vivente impiantabile sottopelle

La farmacia vivente impiantabile sottopelle

Credits: Pixabay

Summary
La farmacia vivente impiantabile sottopelle
Article Name
La farmacia vivente impiantabile sottopelle
Description
La farmacia vivente impiantabile sottopelle può fornirci tutte le molecole di cui abbiamo bisogno nel momento in cui ci servono
Author
Publisher Name
Olab
Publisher Logo

Lascia un commento