Enogastronomia, Eventi

La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

Gli eccessi di produzione ritirati, hanno trovato un utilizzo in agricoltura che suscita molto interesse.

Che gusto avranno i prodotti cresciuti sui terreni concimati dalla birra Guinness? Sono in tantissimi a chiederlo, riuscirà a condizionare i raccolti ed aggiungere gusto? Resteranno tutti delusi perché la birra non è stata utilizzata per gli orti ma per la vivaistica. A godere del gusto e del profumo della stout, la scura e caramellata birra, tra le più celebri del mondo, è stato un vivaio di abeti. Forse cambieranno un poco i colori degli aghi degli alberi di Natale del prossimo inverno. La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

banner dal Marcante 1758

Pub chiusi

La Guinness è intervenuta in aiuto dei suoi migliori clienti, i pub costretti ad osservare due mesi di chiusura. Hanno riaperto solo dopo il 3 luglio ed hanno dovuto sostituire tutte le birre in fusti che erano scadute. La birra che non era più bevibile è stata ritirata e invece di essere gettata in qualche discarica è stata convertita in concime di qualità. Dopo aver recuperato la birra che altrimenti sarebbe andata sprecata, era necessario smaltirla. Un processo ecologicamente sostenibile era necessario, per non inquinare e consentire un nuovo utilizzo di un prodotto tanto amato.

banner dal Marcante 1758
La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

Milioni di litri

Milioni di litri di preziosissima stout sono stati trattati con un processo di decantazione. A fine percorso il concime ottenuto è stato utilizzato per “alimentare” un vivaio di abeti ed uno di salici. Ciò che è rimasto a fine decantazione è stato trasformato in biogas o è diventato compost. Oltre a questo contributo all’economia circolare, la celebre casa dell’arpa, ha voluto dare un contributo finanziario ai pub che hanno sofferto per il lockdown. Ha stanziato 80 milioni di sterline per aiutare i locali pubblici nell’allestimento di tutti i presidi sanitari ed igienici necessari per limitare il covid-19

Operazione Babbo Natale

La stampa britannica e irlandese s’è sbizzarrita su questa notizia intitolandola “Operazione Babbo Natale”. Il fatto che a godere della birra siano stati degli abeti destinati a diventare coloratissimi alberi di Natale, ha scatenato molte fantasie. I leprechaun, i tipici folletti della tradizione irlandese che vivono in un mondo sotterraneo, avranno sicuramente ringraziato la Guinness per l’inatteso dono. La birra è infatti il nettare preferito dei folletti sempre vestiti di verde, immancabili ad ogni parata di San Patrizio. La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

Credits PxHere

Summary
La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale
Article Name
La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale
Description
La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale le rese dei pub chiusi per il lockdown sono diventate concime di qualità per gli abeti
Author
Publisher Name
Oficina
Publisher Logo

Lascia un commento