Abitare, Benessere, Eventi

In Norvegia vincono i no-oil

In Norvegia vincono i no-oil

I partiti contrari all’estrazione del petrolio hanno portato a casa un successo che segna un cambiamento etico ed epocale.

Che sia stata un’ondata emotiva legata alla crisi climatica o meno, queste elezioni norvegesi passeranno alla storia. Un paese grande produttore di petrolio, e quindi che basa su di esso buona parte della sua ricchezza, decide di fare a meno di questo “tesoro”. Ora si attende la formazione del governo per comprendere la portata delle indicazioni venute dalle urne. Un consenso quasi plebiscitario per l’attenzione ai cambiamenti politici, sociali e climatici. In Norvegia vincono i no-oil

banner dal Marcante 1758

Come e quando?

Come e quando si tradurrà in un vero taglio delle estrazioni di greggio non è ancora chiaro, ma la direzione è indubbiamente segnata. I risultati delle elezioni sono arrivati grazie ad una corretta informazione. I vari rapporti sui cambiamenti climatici non sono stati insabbiati, come in molti altri paesi, ma sono stati discussi ed approfonditi. Una cultura di massa dedicata ad una informazione puntuale ha formato l’opinione popolare verso una visione eticamente sostenibile.

banner dal Marcante 1758
In Norvegia vincono i no-oil

Un fondo sovrano potentissimo

Probabilmente non accadranno sconvolgimenti epocali immediati. Ma basterà togliere fondi agli investimenti nel campo del petrolio e del gas di origine fossile per iniziare una transizione di grande impatto. C’è sempre da considerare la “potenza” del fondo petrolifero norvegese, uno dei fondi sovrani più grandi al mondo. Quali diventeranno i nuovi caposaldi economici norvegesi? Dopo la pesca di merluzzi, sardine e sgombri, il petrolio era diventato la “cassa” nazionale. Ora qualcosa cambierà.

Crisi climatica obiettivo da abbattere

Molti partiti hanno posto tra i loro obiettivi la crisi climatica, facendo un tema centrale. Non più un feticcio per fondamentalisti, ma un punto identitario molto esteso. Un segnale della crescita progressiva d’interesse non solo politico ma popolare. Una crescita che auspichiamo possa interessare molti altri paesi e diventare un esempio. La Norvegia ha dato il LA, ora se gli altri paesi vorranno accordare le loro scelte ed agire di conseguenza tutti potremo trarne vantaggi. Un pianeta più pulito e meno asservito ai combustibili fossili. Con meno rischi di riscaldamento globale, meno inquinamento, meno gas serra e qualche speranza in più di sopravvivere. In Norvegia vincono i no-oil

Credits: PxHere

Summary
In Norvegia vincono i no-oil
Article Name
In Norvegia vincono i no-oil
Description
In Norvegia vincono i no-oil, un cambiamento epocale la rinuncia ai combustibili fossili e alle sua forme di inquinamento
Author
Publisher Name
Olab
Publisher Logo

Lascia un commento