Abitare, Eventi, Viaggi

Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio

Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio

I kiwi sono diventati col tempo gli animali totem dell’arcipelago neozelandese. 

La cultura Maori è fortemente legata agli uccelli autoctoni. Sono un elemento di collegamento con gli spiriti e la parte magica che permea la cultura degli indigeni. Un vero totem che mantiene intatto il collegamento col territorio e le ritualità ancestrali. Gli uccelli grandi come un pollo, non hanno la capacità di volare ed hanno nemici che rischiano di sterminarli. Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio Leggi tutto: Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio

I conigli hanno causato tutto

I coloni provenienti dall’Europa hanno introdotto i conigli in Nuova Zelanda. Questi si sono riprodotti a dismisura e sono diventati un vero problema. Per risolvere la loro sovrappopolazione sono stati quindi introdotti dei furetti dall’Europa. I furetti sono molto voraci ed hanno ridotto considerevolmente il problema dei conigli, ma hanno iniziato a cacciare anche gli indifesi kiwi.

Reintrodurli in natura

Esiste da alcuni hanno un tentativo di reintrodurre gli uccelli originari nel loro ambiente. Molti tentativi sono andati a vuoto, poiché gli uccelli rilasciati non riuscivano a raggiungere la maturità sessuale e a riprodursi prima di venire uccisi dagli ermellini. Ma il progetto prosegue nel suo tentativo.

Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio

Due nuovi pulcini sono nati

Ora nei dintorni della capitale Wellington sono stati trovati due pulcini, questo porta nuove speranze per il successo della reintroduzione. Sono stati censiti meno di 70.000 kiwi selvatici. Una quantità che mette la specie a forte rischio di estinzione. In Nuova Zelanda erano presenti 12.000.000 di kiwi prima dell’arrivo degli europei.

Formidabili artigli 

Il kiwi marrone (Apterix mantelli) quando raggiunge la maturità sviluppa dei formidabili artigli coi quali può combattere i predatori, compresi i voraci ermellini. Ma se la popolazione non aumenterà in modo esponenziale, non si avrà la certezza che la specie riesca a sopravvivere.

Trappole per catturare gli ermellini

Ogni anno vengono rilasciati tra i 20 i 50 uccelli, con la speranza che possano riuscire ad adattarsi  alla vita selvatica. Solo il 5% dei pulcini riesce a sopravvivere, una percentuale decisamente bassa. Nell’area dove vengono rilasciati, grazie ad un accordo con le fattorie locali, sono state installate trappole per catturare gli ermellini e diminuirne il numero in libertà.

Un simbolo dell’indipendenza Maori

I kiwi liberati sono monitorati solo in parte, si spera che ci siano altri pulcini grado di superare il primo anno di vita e diventare indipendenti. Sarà un percorso accidentato il loro, per arrivare ad essere in grado di sopravvivere. I kiwi coi loro lunghi becchi e il loro rauco richiamo sono un simbolo molto caro ai neozelandesi, e vengono essi stessi, spesso identificati con quel nome. Anche il dollaro neozelandese lo raffigura, quindi non è insolito che parlando di denaro si parli di cifre in multipli di kiwi. Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio

Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio

Credits, Pixabay, Wikipedia common, web,

Summary
Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio
Article Name
Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio
Description
Il simbolo della Nuova Zelanda è a rischio per colpa degli ermellini che li cacciano, ma stanno cercando di reintrodurli
Author
Publisher Name
Olab
Publisher Logo

Lascia un commento