Abitare, Benessere

Il nuovo antivirus verrà dagli squali

Il nuovo antivirus verrà dagli squali

Scoperti anticorpi nel sangue degli squali nutrice che impediscono d’infettare le cellule umane.

Verrebbe dagli squali nutrice una possibilità di riuscire a bloccare le epidemie che passano da animali a uomini. Un nuovo livello di immunità che sarebbe utilissimo per chi non può vaccinarsi per immunodepressione. Le proteine che si legano alle cellule sono ridottissime di dimensioni in questi squali. Impediscono e prevengono le infezioni. Il nuovo antivirus verrà dagli squali

Studi futuri

Gli obiettivi non sono quelli legati al Covid-19 ma i probabili coronavirus che potrebbero insidiare la nostra salute. Preparare nuove terapie in grado di bloccare le nuove minacce è un modo per garantirsi un futuro. Inibire la diffusione di altre epidemie stroncandole sul nascere, evita di trovarsi nelle condizioni attuali. Mascherine, igienizzazione, distanze di sicurezza e quarantene.

Anticorpi di milioni di anni

Agli squali va portato il rispetto che si da agli ultracentenari. Sono presenti sulla Terra da qualcosa come 500 milioni di anni. Hanno subito attacchi virali di ogni tipo ed hanno sviluppato un sistema immunitario all’avanguardia. Il loro sistema è sicuramente il migliore esistente, nessun altro mammifero lo ha sviluppato in quel modo, con attenzione ad ogni variante. Possiamo imparare da loro come combattere le infezioni virali e studiare le loro risorse.

Minuscoli legami

Gli anticorpi degli squali sono minuscoli e si legano saldamente e bloccano gli ingressi ai coronavirus. Ma non sono solamente antivirali gli studi in corso, le immunoterapie potrebbero portare a nuovi farmaci ed essere utilizzati anche contro il cancro. Gli anticorpi rintracciati negli squali nutrice sono presenti anche in alcuni camelidi come lama, alpaca e cammelli.

Una questione di dimensioni

Gli anticorpi sono molto piccoli e le loro dimensioni potrebbero rappresentare un problema. Il rischio è che vengano filtrati prima di poter entrare in funzione. I pazienti non avrebbero il tempo per ottenere i benefici per costruire l’immunità prima che venissero espulsi. Gli studi attuali cercano di evitare questa evenienza. La sperimentazione con pazienti è prevista nei prossimi due anni, al momento si sta testando su cavie, secondo i protocolli richiesti. A seguire verranno testati su primati e poi finalmente su umani. Il nuovo antivirus verrà dagli squali

Il nuovo antivirus verrà dagli squali

Summary
Il nuovo antivirus verrà dagli squali
Article Name
Il nuovo antivirus verrà dagli squali
Description
Il nuovo antivirus verrà dagli squali, nel loro sangue sono stati scoperti degli anticorpi in grado di bloccare le nuove epidemie
Author
Publisher Name
Olab
Publisher Logo

Lascia un commento