Abitare, Benessere, Viaggi

Il mito delle vacanza intelligenti

Il mito delle vacanza intelligenti

Tantissimi italiani in vacanza a giugno, mai così tanti.

Dove non arrivarono le campagne degli anni 90, per convincerci a non andare in vacanza solo ad agosto, è arrivato il caro prezzi a farci cambiare abitudini. Sono circa 7 milioni i nostri connazionali che hanno modificato il loro concetto di vacanza. Non più solo nel mese più ambito ed affollato, ma anche il più caro in assoluto. Il mito delle vacanza intelligenti Leggi tutto: Il mito delle vacanza intelligenti

Vacanze più tranquille

Un incentivo inatteso è stato il gran caldo che è protagonista, soprattutto al sud della stagione estiva. Dove è saltato in pieno un mese primaverile, per approdare ad una precoce estate rovente. Questo ha convinto molti italiani che valesse a pena modificare i piani vacanza. La fine delle scuole, anticipata anche per le elezioni, sono servite da incentivo per mollare le città ed andare a godere del tempo libero.

Non solo mare

A sorpresa non è solo il mare, che resta l’obiettivo principale, ma anche molta campagna, tra le mete più ambite. Gli agriturismi sono tra i più richiesti, con tutti esauriti già ad inizio stagione. L’offerta esperienziale sembra aver suggestionato molti dei nostri concittadini. Le vacanze spalmate in periodi diversi dal solito luglio/agosto, sono molto care ai turisti provenienti dall’estero, che hanno imparato rapidamente a sfruttare il meglio delle località turistiche.

Il mito delle vacanza intelligenti

Lontano dalla folla opprimente

Dal nord Europa sono costantemente arrivati grandi numeri di turisti che volevano stare alla larga dai superaffollamenti, godere appieno dei servizi e a prezzi ragionevoli. La loro esperienza è servita anche ai nostri connazionali che hanno imparato a controllare meglio i budget. I pacchetti in offerta ad inizio o a fine stagione hanno il doppio scopo di intercettare prezzi favorevoli e strutture non strangolate da eccessive presenze

Un ventaglio di possibilità

Non è più il tempo della Pensione Bellaria o Mamma Rosa che offriva pernotto e cucina semplice, ora le strutture ricettive offrono ventagli di possibilità. Molta attività sportiva, fitness, maneggi, trekking, pilates, ma anche corsi di cucina, equitazione o approfondimenti culturali. Una enorme possibilità di scelta che gli agriturismi hanno saputo padroneggiare molto bene.

Agriturismi al top delle ricerche in internet

Non è un caso se tra le località e le strutture più cercate in internet ci sono proprio gli agriturismi che offrono più esperienze. A giugno la stagione agricola è nel suo pieno e la raccolta della frutta (albicocche, ciliegie, pesche) o la trebbiatura del grano sono parte dei pacchetti offerti. I turisti gradiscono molto tutto ciò che ha a che fare con gli approfondimenti eno-gastronomici, come lasciano intendere le ricerche di luoghi e strutture che siano in grado di fornire cibo di buon livello, sia tradizionale che ricercato.

Prezzi calmierati

Per evitare il caro ombrelloni che sta tormentando molti italiani, si fa sempre più ricorrente la prenotazione anticipata a giugno. I prezzi sono ridotti sino ad 1/4 per sdraio ombrelloni e servizio bar direttamente sulla battigia. Una comodità a cui molti non vogliono rinunciare, tanto che già a maggio alcune strutture balneari hanno fatto registrare buoni numeri. Un buon viatico per quella che potrebbe essere l’ultima stagione senza regole certe per gli stabilimenti balneari. Forse regole certe porteranno a calibrazioni dei prezzi, con qualche abbassamento e la certezza che il settore, finalmente, contribuirà correttamente all’erario. Il mito delle vacanza intelligenti

Il mito delle vacanza intelligenti
Summary
Il mito delle vacanza intelligenti
Article Name
Il mito delle vacanza intelligenti
Description
Il mito delle vacanza intelligenti prende forza grazie ai prezzi convenienti di giugno e ai migliori servizi offerti
Author
Publisher Name
Olab
Publisher Logo

Lascia un commento