Enogastronomia, Eventi

I pasti nelle zone disastrate te li porta lo chef

pasti nelle zone disastrate

José Andrés col suo World Central Kitchen sta nutrendo le popolazioni che hanno subito disastri

Il celebre chef spagnolo José Andrés raccoglie fondi per finanziare il suo progetto che fornisce pasti ai sopravvissuti dalle catastrofi. Intende fornire un servizio di pasti caldi cucinati sul luogo o nelle vicinanze delle aree colpite dai cataclismi Ha raccolto una cinquantina di milioni di dollari e ci sono buone speranze che si possa ampliare questo tipo d’intervento umanitario. I pasti nelle zone disastrate te li porta lo chef.

Pian delle Vette - azienda agricola

Più pasti caldi

L’obiettivo etico di Andrés è quello di essere sempre più presente in tutti i territori di crisi. Il World Central Kitchen, è un’organizzazione che porta i pasti alle persone colpite da catastrofi naturali o di origine umana. Prende in considerazione ogni tipo di evento, come gli uragani e la crisi al confine tra Stati Uniti e Messico. Lo scopo è educativo, di formazione professionale senza scopo di lucro. Il personale ha viaggiato in ogni angolo del monso, dall’Indonesia al Mozambico, dal Guatemala a Houston per fornire gratuitamente pasti e acqua agli abitanti.

banner dal Marcante 1758
pasti nelle zone disastrate cucinati dallo chef

10 milioni di pasti

Sono oltre 10 milioni i pasti che sono riusciti a fornire. L’esperienza e l’apprendimento degli ultimi anni sta dando i suoi frutti. WCK è nata nel 2010 subito dopo il terremoto che ha distrutto Haiti uccidendo 300.000 persone. Agli esordi si occupavano di fornire fornelli, insegnare a mantenere pulite le cucine e a servire pasti ai bambini nelle scuola. Dopo il passaggio dell’uragano Matthew nel 2016 Andrés e alcuni altri chef sono tornati ad Haiti e stavolta hanno cucinato pasti caldi. Questo è stato lo step successivo dell’organizzazione.

Portorico nel 2017

Portorico hanno servito quasi 4 milioni di pasti in ogni località dell’isola. La più grande operazione alimentare, mai svolta in un’area di crisi. Questo lo ha portato all’attenzione di molti, ma si è fatto un potente nemico. Andrés ha avuto forti screzi con il presidente Trump. che ha deriso gli immigrati, chiamandoli “stupratori“, durante la sua campagna elettorale. Lo chef spagnolo ha stracciato il contratto con cui avrebbe dovuto aprire un ristorante nel Trump International Hotel di Washington. Anche dopo la cancellazione dell’accordo Andrés continua ad accusare il presidente di incapacità nel gestire gli aiuti, e di utilizzare una retorica xenofoba sugli immigrati.

pasti nelle zone disastrate cucinati dallo chef

Croce Rossa come ispirazione

Andrés ha preso la Croce Rossa come ispirazione. Una rete di aiuto e soccorso ebn organizzata, in grado di aiutare chi ne ha bisogno. Noi non sappiamo curare le ferite, ma sappiamo cucinare. Il nostro modo di operare è di fornire pasti proteici e sani utilizzando quello che è disponibile in loco. Non ci interessano i sistemi di aiuti calati dall’alto, con razioni di cibi che le popolazioni locali non gradiscono o non sono abituati a mangiare. In ogni luogo abbiamo cucinato i pasti che conoscevano , indonesiano in Indonesia, pollo con riso a Puertorico, ecc.

Logistica carente

Dopo un uragano, un’alluvione o un terremoto la logistica è in grave difficoltà, però tutti hanno bisogno di un buon pasto. Alla Bahamas abbiamo noleggiato una nave per portare le materie prime dalla Florida. C’era chi pensava che non si potesse fare nulla per aiutare Puertorico, invece noi abbiamo viaggiato per tutta l’isola, con molte difficoltà, ma abbiamo dato da mangiare a tutti. Abbiamo usato l’elicottero e auto prese a prestito, rifornite col carburante delle barche che erano volate sulla spiaggia. I costi dei pasti variano molto a seconda della reperibilità delle materie prime. Nelle isole più piccole, ad esempio, può diventare difficile fornire un buon servizio.

Uno sforzo da parte dei governi

Andrés crede che la cosa da combattere più strenuamente in una situazione di crisi è l’incapacità dei politici ad organizzare i soccorsi. Attendere gli eventi è sciagura che solo i politici meno attenti possono permettersi. Sono sempre i più poveri a soffrire maggiormente. Con un chiaro riferimento a Trump dice: “Abbiamo bisogno di leader che sappiano dare indicazioni a tutti, non solo per quelli che applaudono alle loro parole“. I pasti nelle zone disastrate te li porta lo chef.

Credits: all pics by World Central Kitchen

Summary
I pasti nelle zone disastrate te li porta lo chef
Article Name
I pasti nelle zone disastrate te li porta lo chef
Description
I pasti nelle zone disastrate te li porta lo chef José Andrés porta aiuti nelle aree di crisi cucinando pasti caldi con materie prime locali col suo staff
Author
Publisher Name
Oficina
Publisher Logo

Lascia un commento