Benessere, Enogastronomia

Contenitori di plastica non sono così sicuri

contenitori di plastica non sono così sicuri

La sorpresa di analisi più approfondite svela incongruenze

I normali diffusissimi bicchieri di plastica contengono BPA, un elemento che è noto per essere un innescante di molte patologie. Un perturbatore endocrino colpevole di favorire la gestazione del cancro. Anche l’obesità e il diabete  ne sono vittime . La presenza di BPA nei nostri organismi sembra essere molto più alta di quanto ci hanno fatto credere sinora. Contenitori di plastica non sono così sicuri

banner dal Marcante 1758

Non ci sono norme precise

I produttori di materie plastiche contenenti BPA giocano su un’assenza di leggi precise che ne limitino l’uso. La stessa FDA (Food and Drugs administration) americana si nasconde dietro dichiarazioni anti allarmiste. Considerano che gli attuali livelli presenti negli alimenti non siano pericolosi, ma si guardano bene da stabilirne l’eliminazione o la riduzione in modo drastico.

Agraria Riva del Garda
contenitori di plastica non sono così sicuri

I dati non sono precisi

Nuove analisi più accurate, dimostrano che le misurazioni precedenti sono state realizzate a spanne. Non sono affatto precise e questo apre un nuovo fronte di preoccupazioni. La normale misurazione avviene tramite l’analisi delle urine, ma il nuovo procedimento analizza la presenza di BPA in tutto l’organismo e svela dati inattesi e preoccupanti. Gli articoli contenenti BPA sono tantissimi ed oltre ai contenitori per alimenti sono presenti in molti giocattoli.

Scienziati preoccupati

Se questo tipo di analisi a braccio, sono state effettuate per molti altri materiali ritenuti cancerogeni, c’è il forte rischio che la salute pubblica sia in pericolo. Il livello di BPA è risultato oltre 40 volte superiore al livello rilevato nelle urine. Moltiplicate questo dato per tutti gli elementi presenti nella nostra alimentazione e comprenderete perché aumenti la preoccupazione scientifica.

contenitori di plastica non sono così sicuri

Molti elementi che dovrebbero sparire

Sono molti gli elementi chimici che dovrebbero sparire dai nostri alimenti e dai contenitori. Tra questi parabeni, benzofenone, triclosan e ftalati che sono spesso presenti anche nelle nostre acque. Le misurazioni imprecise lasciano spazio a grandi insoddisfazioni e timori per la salute. Una normativa chiara e limiti precisi sarebbero graditi.

I sostituti peggio del BPA

Anche i materiali che vengono attualmente utilizzati per sostituire il BPA sono molto simili al prodotto originale. Utilizzano praticamente le stesse molecole e poiché sono etichettati come BPA-free non sono affatto regolamentati. In questo modo hanno sdoganato materiali altrettanto pericolosi che però non vengono misurati e monitorati. Contenitori di plastica non sono così sicuri

contenitori di plastica non sono così sicuri

Credits: all pics from the net

Summary
Contenitori di plastica non sono così sicuri
Article Name
Contenitori di plastica non sono così sicuri
Description
Contenitori di plastica non sono così sicuri le misurazioni effettuate sinora sono imprecise e fanno temere per la salute pubblica per le gravi conseguenze
Author
Publisher Name
Oficina
Publisher Logo

Lascia un commento