Eventi, Viaggi

Dirigibili sarà una vera rivoluzione?

Abbandonati per la loro pericolosità, oggi sono rilanciati come sistema di trasporti a bassissimo o nullo impatto. Un ripensamento sui mezzi di locomozione aerea.

Un modo di volare molto più ecologico e che non addiziona CO2. Questa è l’idea che interessa molti costruttori di avio-navi. La possibilità di trasportare molte merci e di recapitarle in aree non servite da enormi aeroporti è un altro dei vantaggi dei dirigibili. Sono viaggi più lenti rispetto a quelli aerei, ma sicuramente più veloci dei trasporti su nave ed infinitamente meno inquinanti. C’è anche chi ha studiato la possibilità di sfruttare le correnti in quota, eliminando la necessità di usare energia per il movimento. Dirigibili sarà una vera rivoluzione?

Eventi, Viaggi

Tirare lo sciacquone può rivelarsi fatale

Contrordine: evitate di tirare lo sciacquone se non volete naufragare

Un sottomarino tedesco, l’U-1206 stava svolgendo il suo primo viaggio a pochi giorni dalla resa totale della Germania, nella seconda guerra mondiale. La resa sarebbe avvenuta nel 2 maggio 1945, meno di un mese dopo. Però, per una distrazione, quel sottomarino non completò la sua missione e non rientrò mai alla base. Era al primo viaggio e in qualche modo ricalcò il disastro del Titanic. Navigava al largo di Aberdeen, in Scozia, quando un incidente fatale lo rese inutilizzabile e lo fece affondare. Tirare lo sciacquone può rivelarsi fatale

Eventi, Viaggi

Aprono i musei e torna a circolare la cultura

Prime timide riaperture nelle zone gialle per ricominciare a godere del bello e muovere l’economia

Nelle regioni gialle si ricomincia dalla cultura. Riaprono i musei. Per qualcuno può sembrare una cosa da nulla, ma è un segnale importante. Sono i luoghi dove sono custoditi molti dei concetti artistici che sono alla base del nostro modo di vivere. Le nostre radici oltre che nei nostri geni sono custodite proprio lì. Sono luoghi di alte ispirazioni, che contengono la bellezza e che riempiono di piacere i nostri sensi, soprattutto la vista come ovvio. È un modo per ricominciare ad esercitare il senso della bellezza dal vero. Il piacere di immergersi tra cose che hanno meravigliato i nostri avi e che sanno ancora emozionare. Aprono i musei e torna a circolare la cultura

Eventi, Viaggi

Un carburante per aerei dall’anidride carbonica

Un processo chimico che ribalta una delle attività che immettono più gas serra in atmosfera. È il ferro l’elemento che potrebbe rendere fattibile questa trasformazione, e renderla un fattore dell’economia circolare.

Dopo essere diventato uno dei simboli dei maggiori inquinanti, il trasporto aereo potrebbe rientrare dalla finestra grazie ad una innovazione scientifica. I combustibili fossili sono alla base dei consumi delle linee aeree. Ci sono esperienze, sviluppate in tutto il mondo, di utilizzo di bio-carburanti, di alimentazione ad idrogeno e con motori elettrici. Purtroppo nessuno sembra avere possibilità nell’immediato di scalzare l’alimentazione tradizionale. I tempi rischiano di essere molto lunghi prima di poter volare senza inquinare troppo. Un carburante per aerei dall’anidride carbonica

Eventi, Viaggi

Un selfie condanna a morte un orsacchiotto

Un cucciolo d’orso nero è stato abbattuto dopo che alcuni turisti hanno offerto cibo per potergli scattare dei selfies

Un evento tragico causato dalla voglia di apparire. La tragedia è stata innescata dall’azione stolta di alcuni turisti, che hanno offerto cibo al cucciolo d’orso per poter scattare foto e fare selfies. Gli orsi sono degli opportunisti, abituati a cogliere ogni occasione per nutrirsi. Se gli viene data l’occasione di ricever cibo extra, perdono la naturale paura verso gli umani. Questo provocherà gravi incidenti. Gli orsi tenderanno a richiedere sempre più cibo ignorando le risorse naturali ed avvicinandosi agli insediamenti umani. Un selfie condanna a morte un orsacchiotto

Viaggi

Giraffe il mistero delle macchie scure

I maschi mostrano con le loro livree, la loro nobiltà e l’aspetto dominante

Era un enigma irrisolto quello delle macchie più scure presenti sulla pelle delle giraffe. Una nuova ricerca fa luce su questo mistero, i colori della pelle delle giraffe non sono legate alla loro età come s’immaginava. I maschi dominanti che vivono in solitudine sono quelli ad avere i colori più scuri. La ricerca è stata svolta in Namibia, prendendo in esame una popolazione di 66 giraffe maschio, che vivono all’interno del Namibia’s Etosha National Park. Giraffe il mistero delle macchie scure.

Eventi, Viaggi

Nevica maledetto Covid-19!

Il settore turistico dello sport invernale è alla canna del gas. Servirà la crisi a ripensare alle scelte fatte?

Nevica ovunque e questa volta gli operatori del turismo invece di gioire s’intristiscono. Avere manti perfetti per le piste e i circuiti del fondo, fa imprecare chi ha basato le proprie fortune sullo sfruttamento della neve. Gli operatori turistici si auguravano di poter utilizzare questa opportunità per fare il pienone, ma complice il Covid-19 il settore langue. Alberghi e ristoranti vuoti, skilift spenti, rifugi sbarrati, la neve non rende più. Forse conviene utilizzare questa forzata inattività per ripensare ad un utilizzo migliore delle strutture turistiche. Attività da spalmare su tutto l’anno. Dare più importanza a camminate sulle ciaspole o corse sulla neve, ovviamente battuta, o inventarsi altre discipline. Nevica maledetto Covid-19!

Eventi, Viaggi

Una barriera corallina che nessuno conosceva

Una bellissima notizia che viene dal Reef australiano. Una barriera corallina che si erge come una torre di 500 metri dal fondo dell’oceano

La sorpresa deve essersi dipinta sui volti di una squadra di esploratori quando hanno scoperto una nuova barriera corallina. Sconosciuta ed ignorata dalle mappe. Ha la forma di una torre attorno a cui nuotano pesci, squali e tutta la fauna marina tipica del reef.  La torre marina si trova vicino all’estremità settentrionale della Grande Barriera Corallina australiana. Per esplorarla i biologi marini si sono serviti di un robot. Una barriera corallina che nessuno conosceva

Viaggi

Le piccole bolle fanno scivolare le navi in acqua

Una tecnologia che applicata sotto una nave può ridurre il consumo di carburante

L’attrito dell’acqua è molto maggiore di quanto si possa immaginare. Non è un caso che gli scafi siano sagomati per offrire la minore superfice possibile al contatto. Ora è disponibile una nuova tecnologia chiamata lubrificazione ad aria, un sistema di efficientamento delle grandi navi. Le grandi petroliere, i cargo, le navi frigorifere e quelle da crociera, hanno ora la possibilità di scivolare in acqua grazie ad un cuscinetto di bolle. Gli armatori sono interessati a ridurre il consumo di carburanti degli enormi motori marini ed a ridurre l’inquinamento di cui le grandi navi sono sempre più spesso accusate. Le piccole bolle fanno scivolare le navi in acqua

Eventi, Viaggi

Un curioso messaggio consegnato troppo tardi

Ritrovato un bossolo d’alluminio, probabilmente consegnato da un piccione viaggiatore durante la prima guerra mondiale

Durante una passeggiata una coppia di alsaziani ha visto qualcosa luccicare nell’erba. Hanno raccolto il piccolo oggetto di metallo ed hanno che era un bussolotto d’alluminio. Era un contenitore per i messaggi destinati ad essere trasportati dai piccioni viaggiatori. Molto utilizzati durante le due guerre mondiali, i piccoli infaticabili volatili, sfuggivano agli occhi e ai colpi dei nemici. Il bussolotto era di circa 5 centimetri e conteneva un messaggio difficoltoso da leggere. Un curioso messaggio consegnato troppo tardi