Eventi, Viaggi

Continua la mattanza di cammelli selvatici

Sono già almeno 5.000 quelli abbattuti da cecchini in elicottero

Una scelta che lascia perplessi molti. Abbatterli soltanto perché hanno il grave vizio di abbeverarsi. Hanno dato ai cammelli selvatici la colpa dei molti disagi causati dagli incendi. Un autentico metodo di distrazione di massa. La definizione esatta dei governanti australiani è “risposta urgente alle minacce rappresentate dall’aumento dei conflitti uomo-animale dovuti alla siccità“. Continua la mattanza di cammelli selvatici

Benessere, Eventi, Viaggi

In Australia brucia la nostra innocenza

Il disastro ecologico che fa pensare a scenari danteschi, era stato previsto, eppure ignorato

Sta bruciando anche la nostra innocenza tra le sterpaglie e il bush dell’Australia. Niente sarà più come prima, soprattutto perché sono stati ignorati tutti i segnali e le previsioni che hanno portato a questa catastrofe. In una indagine commissionata nel lontano 2008 dal governo australiano, vennero esposti dati assai precisi che indicavano le previsioni sul riscaldamento globale. Questi dati indicavano chiaramente che la stagione degli incendi (abbastanza regolare in Australia) sarebbe iniziata precocemente e sarebbe durata di più. La maggiore intensità del fenomeno veniva segnalata ad iniziare dal 2020. Esattamente oggi. In Australia brucia la nostra innocenza

Benessere, Viaggi

Dentifricio, l’igiene orale cambia in modo ecologico

Sono disponibili molti prodotti che consentono di fare una perfetta pulizia dentale anche senza acqua e plastic free.

Dimenticate i vecchi tubetti di pasta dentifricia e anche gli spazzolini. Ora per la pulizia del cavo orale basta una compressa masticabile. La proposta ha già diverse opzioni, per lo più disponibili in rete. Nei negozi non sono ancora molto diffusi ma stanno costruendo un piccolo successo per la loro praticitàDentifricio, l’igiene orale cambia in modo ecologico

Enogastronomia, Eventi, Viaggi

Un piroscafo pieno di alcool per lo zar Nicola II

Era un carico destinato a rifornire le cantine dello zar quello recuperato dal relitto del Kyros

Sono 900 preziose bottiglie quelle recuperate dal piroscafo svedese Kyros, affondato nel Mar Baltico, vicino alle coste finlandesi. Sono 600 bottiglie di cognac della De Haarmtman & Co e 300 bottiglie di Bénédictine, il liquore di erbe prodotto dai frati benedettini nei loro conventi. La speranza è che se non tutte, almeno alcune delle bottiglie siano ancora bevibili. Un piroscafo pieno di alcool per lo zar Nicola II

Eventi, Viaggi

Un pesce serpente molto pericoloso

Riesce a respirare e muoversi sulla terraferma come le anguille, è assai invadente e fa paura

L’hanno trovato in Georgia ed hanno lanciato l’allarme. Se lo incontrate o lo pescate, uccidetelo immediatamente. Sono voraci e si nutrono di pesci, crostacei piccoli mammiferi e uccelli. Sono lunghi con un corpo viscido e scivoloso che gli permette di muoversi anche nel terreno o nell’erba. La loro presenza mette in pericolo qualsiasi ecosistema con cui entrano in contatto. Un pesce serpente molto pericoloso

Enogastronomia, Viaggi

Le donne vittime di violenza si mettono a cucinare

Le Cuoche Combattenti hanno messo in pratica la loro esperienza per creare un progetto sociale di riscatto.

Sono donne che hanno subito soprusi e violenze quelle che si sono riunite per dare vita a un progetto impegnativo e solidale. Hanno creato la Bottega delle Cuoche Combattenti. Donne che resistono e che non si sono fatte piegare. Producono golosità gastronomiche che possono garantire loro un futuro. Nicoletta Cosentino ha dato il via all’attività culinaria ed ora l’azienda può crescere. Le donne vittime di violenza si mettono a cucinare

Eventi, Viaggi

Mamma tricheco rovina una spedizione navale russa

La mamma stava difendendo il suo cucciolo ed ha mandato all’aria la spedizione scientifica.

Mai fare arrabbiare una mamma tricheco. Lo hanno imparato a loro spese i membri di una spedizione scientifica russa. Si erano diretti verso le coste delle inospitali isole dell’arcipelago di Francesco Giuseppe. L’acqua era ovviamente gelida e la temperatura non ha aiutato i marinai ad essere al massimo dell’agilità. Mamma tricheco rovina una spedizione navale russa

Benessere, Viaggi

Sarà Pejo la prima ski area plastic free al mondo.

Nessuno ancora aveva tentato un obiettivo tanto ambizioso. “Preservare la montagna per chi ci seguirà”

Un intero comprensorio sciistico liberato dalla plastica, dalla cannucce, alle stoviglie, alle bottigliette. Ogni oggetto di plastica nel comprensorio Pejo 3000 è bandito. Il buon esempio lo daranno le strutture sciistiche, le piste, i rifugi, i ristoranti, per poi estendere la stessa scelta al fondovalle. Una delle principali sorgenti dell’inquinamento viene così a mancare e permetterà di salvaguardare l’ambiente alpino per le prossime generazioni. Sarà Pejo la prima ski area plastic free al mondo.

Eventi, Viaggi

Niente biscotti freschi per gli astronauti nello spazio

Porteranno un forno senza gravità per fare i biscotti sulla ISS ma sono sperimentali e non potranno essere mangiati dagli astronauti.

La storie degli esperimenti alimentari sulla ISS è già piuttosto lunga ed ora si arricchisce di un altro aneddoto. Con l’ultimo carico sulla stazione orbitante hanno portato a bordo uno speciale forno in grado di cuocere anche in assenza di gravità. La curiosità degli scienziati e degli astronauti è sapere se funzionerà e che tipo di biscotto uscirà. Niente biscotti freschi per gli astronauti nello spazio.

Eventi, Viaggi

Versailles un “carcere” bellissimo e puzzolente

still da Marie Antoinette

La reggia di Versailles con tutto il suo splendore non prevede la presenza di bagni e servizi igienici con conseguenti orribili odori

Ciò che non troverete nei libri di storia perché è troppo aleatorio è l’immondo odore e la pessima fama di Versailles. La reggia venne costruita come sede di rappresentanza, ma ha svolto un altro ruolo importantissimo. Raggruppare tutti i nobili e tenerli sostanzialmente d’occhio per evitare che potessero congiurare contro il re. L’enorme reggia era frequentatissima ed i nobili non potevano abbandonarla se non dopo richiesta formale di un lasciapassare. La vita di corte era sontuosa e fintamente spensierata. In realtà i nobili erano intrappolati in un carcere dorato, dove dovevano inventare passatempi. Versailles un “carcere” bellissimo e puzzolente.