Abitare, Benessere, Viaggi

Ci si mettono pure i castori

Sono in grado di influenzare e modificare il paesaggio con tutte le conseguenze del caso.

Le aree poco abitate dell’Alaska sono regno incontrastato dei castori che si stanno riproducendo e modificano la geografia del luogo. Con il loro incessante lavoro di abbattere alberi e costruire dighe, creano nuovi invasi. Questi laghetti hanno la proprietà di far sciogliere il permafrost e liberare in atmosfera metano e anidride carbonica. Gas che erano stati intrappolati per millenni ed ora contribuiscono al cambiamento climatico. Ci si mettono pure i castori

Abitare, Viaggi

Andreste a lavorare vicino al Polo Nord?

Questa domanda può sembrare oziosa, ma dalla risposta dipendono le sorti di una grande azienda e di una intera area industriale

Una grande fabbrica di batterie dovrebbe sorgere a Västerbotten. Se riusciranno a completare la più grande fabbrica di batterie d’Europa, dovranno trovare spazio per migliaia di persone. Dovranno convincerle che vale la pena trasferirsi a pochi km dal Polo Nord. Le condizioni di vita non sono adatte per tutti, lì ai margini del Circolo Polare Artico. La neve è l’elemento principale da novembre ad aprile e la luce solare è veramente ridotta. Sono solo 4 ore al giorno, questo modifica il metabolismo di chi non è abituato a ricevere così poco sole. Andreste a lavorare vicino al Polo Nord?

Abitare, Enogastronomia, Viaggi

Vigne in città

I vigneti che danno frutti nei centri di grandi città stanno diventando un fenomeno e si sono associati

Un tempo l’unica vigna di città celebre, era quella di MontMartre a Parigi, proprio lì accanto a Le Lapin Agile. Ma il vino gode di sempre maggiore fama e successo, una vigna unica nel suo genere è un’occasione per promuovere molte aree. Perché non utilizzarle come veicolo di Promozione Turistica e regalare una visione assai diversi dei centri urbani? Un turismo sostenibile e di prossimità da poter frequentare direttamente uscendo dalla porta dell’albergo. Vigne in città

Abitare, Eventi, Viaggi

I polpi sanno tirare di boxe

Un turista australiano s’è visto attaccare dopo aver violato il territorio di un polipo molto stizzito

Il turista stava filmando la figlioletta nelle acque basse di Geographe Bay, quando ha assistito ad uno spettacolo inusuale. Un gabbiano che galleggiava tranquillamente sull’acqua è stato colpito da qualcosa di lungo e sottile che l’ha sferzato. Il turista ha pensato che fosse una razza ma quando s’è avvicinato, per capire cosa aveva realmente visto, ha notato che a sferrare il colpo era stato un polpo. I polpi sanno tirare di boxe

Abitare, Eventi, Viaggi

Quasi salvi i leoni marini della Nuova Zelanda

Hanno rischiato di estinguersi ed ora stanno diventando un vero problema.

Scacciati dalle loro spiagge, i leoni marini della Nuova Zelanda si stanno riappropriando dei loro territori. Lo fanno a discapito delle attività umane, e per questo stanno creando conflitti. Invadono le aree che gli umani utilizzano per le loro attività, e li obbligano a mutare le loro abitudini. Non è un passaggio indolore, molti dei residenti trovano ingestibile la loro presenza. Li hanno trovati nei giardini, nelle piscine, nei vialetti o nei campi di golf. Quasi salvi i leoni marini della Nuova Zelanda

Eventi, Viaggi

I vichinghi erano a Terranova mille anni fa

Le prove che fossero lì nel 1021 d.c. provengono da alcuni resti di legno.

Gli storici hanno potuto definire con esattezza la data, dal conteggio degli anelli di crescita di alcuni alberi. Un evento cosmico, probabilmente una tempesta solare, ha lasciato segni indelebili sugli anelli degli alberi. E’ accaduto nel 993 d.c. e dopo aver riconosciuto quell’anno è stato facile sommare gli anelli successivi, fino alla corteccia. Il risultato coincide con il 1021, esattamente 1000 anni da oggi. Ora è certo i vichinghi erano a Terranova mille anni fa.

Abitare, Eventi, Viaggi

Detective per salvare i trichechi

Un team di ricercatori vorrebbe il vostro aiuto per contare quanti sono i trichechi sul pack.

Contare quanti sono i trichechi è una vera impresa. Vivono in zone remote, sui ghiacci marini e si spostano parecchio. Per riuscire a conoscere il loro numero i ricercatori avrebbero bisogno di un numero enorme di persone per tenerli sotto controllo. La soluzione è contarli grazie alle foto satellitari. Ma anche in questo caso la quantità di foto da analizzare è enorme, per questo è partita una campagna di “detective wanted”. Detective per salvare i trichechi

Abitare, Eventi, Viaggi

Il Museo dedicato a Gianni Rodari è una realtà

Verrà inaugurato il 23 Ottobre ad Omegna, la sua città natale.

É una fantastica storia ed è diventata una bella realtà, quelle legata alla costruzione di un museo dedicato al più celebre dei cittadini di Omegna. Aperto in anteprima per i giornalisti, pochi giorni fa, questo luogo vivo e accessibile, tiene conto delle fantastiche esperienze didattiche di Rodari. Il Museo dedicato a Gianni Rodari è una realtà

Eventi, Viaggi

Trovato fossile di uccello gigante europeo

Alto almeno tre volte quanto uno struzzo. I resti dell’uccello gigante trovato in Crimea sono di un esemplare per ora unico

Gli uccelli giganti probabilmente esistevano in quello che ora viene definito, territorio europeo, già 2 milioni di anni fa. Erano coevi con gli umani che lasciarono l’Africa proprio in quel periodo, e forse proprio con la loro caccia li spinsero verso nord. È il primo resto di questo tipo rintracciato nei nostri territori. Sinora erano noti altri uccelli giganti, come l’uccello elefante del Madagascar che aveva una struttura imponente, si suppone che fosse alto oltre tre metri e pesasse attorno ai 500 chili. Questo è l’uccello gigante che è arrivato più vicino a noi, la sua estinzione è datata, infatti, solo poche migliaia d’anni fa. Trovato fossile di uccello gigante europeo

Abitare, Eventi, Viaggi

La foresta pluviale di Daintree ritorna ai proprietari

Qualcuno sa scusarsi e restituire il maltolto. In Australia il governo federale ha restituito 160.000 ettari di foresta pluviale ai legittimi proprietari

L’Australia e gli aborigeni che vi vivevano hanno passato momenti molto bui nei due secoli scorsi. La dominazione britannica ha sconvolto la vita di molti dei nativi che si sono trovati defraudati dei loro territori e della loro libertà. Il concetto di possesso non era sviluppato dalle tribù indigene locali ed i bianchi hanno pensato bene di arraffare tutto. I territori strappati sono stati sfruttati e depredati e le popolazioni locali confinate in territori inospitali. Molti sono stati tratti in schiavitù e forzati a cambiare le loro abitudini, a partire dal credo religioso passando per i vestiti. La foresta pluviale di Daintree ritorna ai proprietari