Eventi, Viaggi

Mamma tricheco rovina una spedizione navale russa

La mamma stava difendendo il suo cucciolo ed ha mandato all’aria la spedizione scientifica.

Mai fare arrabbiare una mamma tricheco. Lo hanno imparato a loro spese i membri di una spedizione scientifica russa. Si erano diretti verso le coste delle inospitali isole dell’arcipelago di Francesco Giuseppe. L’acqua era ovviamente gelida e la temperatura non ha aiutato i marinai ad essere al massimo dell’agilità. Mamma tricheco rovina una spedizione navale russa

Eventi

Greta l’immortale viaggiatrice nel tempo

La giovane svedese possiede veramente il potere di viaggiare nel tempo?

È il quesito che si sono posti in molto dopo aver visionato una foto di oltre un secolo fa. Nell’immagine che è stata digitalizzata, ed è quindi reale, appaiono tre ragazzini. In primo piano una ragazza con le trecce che sembra la esatta copia di Greta Thunberg. Come se il tempo per lei non fosse mai passato. Greta l’immortale viaggiatrice nel tempo

Eventi

Il guizzo inatteso delle sardine

sardine in Piazza grande a Modena

Un pescetto anonimo, indifeso, che fa del branco la sua forza, assurto a simbolo di socialità.

Quello che non ti aspetti sta accadendo, nella piazza della tua città. Una entità poco visibile come l’elettore medio prende corpo e lo fa in un modo sinora dimenticato. Le piazze teatro di tante rivolte, manifestazioni, sommosse, comizi, giudizi sommari, riprendono voce e vigore. Nell’era del social dove tutto si comunica in rete, gli elettori medi tornano a frequentarsi e a vedersi fisicamente. A toccarsi, gomito contro gomito, come sardine sott’olio. È la rivincita dell’etica e della morale alle soluzioni sovraniste e razziste. Il guizzo inatteso delle sardine

Enogastronomia, Eventi

I pasti nelle zone disastrate te li porta lo chef

José Andrés col suo World Central Kitchen sta nutrendo le popolazioni che hanno subito disastri

Il celebre chef spagnolo José Andrés raccoglie fondi per finanziare il suo progetto che fornisce pasti ai sopravvissuti dalle catastrofi. Intende fornire un servizio di pasti caldi cucinati sul luogo o nelle vicinanze delle aree colpite dai cataclismi Ha raccolto una cinquantina di milioni di dollari e ci sono buone speranze che si possa ampliare questo tipo d’intervento umanitario. I pasti nelle zone disastrate te li porta lo chef.

Eventi

A Venezia, la vendetta è un piatto da servire umido

A Venezia il consiglio regionale respinge le proposte per combattere il cambiamento climatico e subito la sala consiliare si allaga.

Non c’è peggior cieco e peggior sordo di chi non vuole vedere o sentire. Nella sala consiliare della Regione Veneto a Palazzo Ferro Fini ieri hanno discusso le proposte per combattere i cambiamenti climatici. Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia in uno slancio di preveggenza hanno deciso di bocciarli. Un raro esempio di lucidità politica che però gli eventi climatici gli han fatto immediatamente rimarcare. La sala consiliare s’è infatti allagata quasi immediatamente. Si può proprio dire che a Venezia la vendetta è un piatto da servire umido.

Eventi, Viaggi

Niente biscotti freschi per gli astronauti nello spazio

Porteranno un forno senza gravità per fare i biscotti sulla ISS ma sono sperimentali e non potranno essere mangiati dagli astronauti.

La storie degli esperimenti alimentari sulla ISS è già piuttosto lunga ed ora si arricchisce di un altro aneddoto. Con l’ultimo carico sulla stazione orbitante hanno portato a bordo uno speciale forno in grado di cuocere anche in assenza di gravità. La curiosità degli scienziati e degli astronauti è sapere se funzionerà e che tipo di biscotto uscirà. Niente biscotti freschi per gli astronauti nello spazio.

Abitare, Eventi

Venezia una lenta agonia senza il MOSE

Aumentano le giornate di acqua alta e il MOSE che dovrebbe proteggerla non è mai stato collaudato

È un’opera nata già vecchia, che invece di portare innovazione e speranza, l’ha depredata di fondi. Ha assorbito miliardi di euro senza regalare sicurezza ad una città patrimonio dell’umanità, debole e senza certezza del suo futuro. Il disastro è avvenuto, forse irreparabile ed ora tutti accorrono al suo capezzale, e le polemiche non si contano. Come sempre prevenire è assai meglio che curare, ora rendere di nuovo la città disponibile ai residenti e ai turisti costerà moltissimo. Venezia una lenta agonia senza il MOSE

Eventi, Viaggi

Versailles un “carcere” bellissimo e puzzolente

still da Marie Antoinette

La reggia di Versailles con tutto il suo splendore non prevede la presenza di bagni e servizi igienici con conseguenti orribili odori

Ciò che non troverete nei libri di storia perché è troppo aleatorio è l’immondo odore e la pessima fama di Versailles. La reggia venne costruita come sede di rappresentanza, ma ha svolto un altro ruolo importantissimo. Raggruppare tutti i nobili e tenerli sostanzialmente d’occhio per evitare che potessero congiurare contro il re. L’enorme reggia era frequentatissima ed i nobili non potevano abbandonarla se non dopo richiesta formale di un lasciapassare. La vita di corte era sontuosa e fintamente spensierata. In realtà i nobili erano intrappolati in un carcere dorato, dove dovevano inventare passatempi. Versailles un “carcere” bellissimo e puzzolente.

Enogastronomia, Eventi

A Chernobyl creata Atomik, una vodka non radioattiva

Continuano a sorprendere le notizie che arrivano dall’area contaminata dalla centrale nucleare ucraina

Dai grani coltivati nella zona contaminata dall’esplosione della centrale nucleare ucraina gli scienziati hanno creato vodka. La sorpresa è che non è affatto radioattiva ed è gustosa. Se vi aspettate che sia fluorescente o in qualche modo luminosa, sarete delusi, l’aspetto è assolutamente normale, trasparente, come da copione. L’hanno chiamata con un minimo di ironia Atomik. La volontà degli scienziati è di riportare in vita un poco di attività agricola nell’area devastata dalla centrale. A Chernobyl creata Atomik, una vodka non radioattiva

Eventi

Min l’aquila russa che ha esaurito il credito telefonico

Un aquila delle steppe dotata di un dispositivo di tracciamento che manda SMS è espatriata in Iran

I costi di roaming in un paese straniero aumentano a dismisura. In cinque mesi all’estero Min ha inviato migliaia di messaggi che hanno prosciugato tutti i fondi a disposizione. Il centro di protezione dei rapaci è stato costretto a fare un’operazione di crowfunding per riuscire a sostenere i costi delle loro ricerche. Le aquile della steppa della Khakasia sono sotto protezione perché il loro numero le mette a pericolo di estinzione. Min l’aquila russa che ha esaurito il credito telefonico