Enogastronomia, Eventi

Profumo di pane trentino

L’arte del buon pane di montagna in un evento a cura della Pro Loco di Trento

Dal 23 al 26 settembre Palazzo Roccabruna ospiterà “Profumo di pane trentino. L’arte del buon pane di montagna”, un’iniziativa organizzata dall’Associazione Panificatori della Provincia di Trento. Realizzata in collaborazione con la locale Camera di Commercio. La quarta edizione avviene in concomitanza con Autumnus città di Trento, a cura della Pro Loco Centro Storico Trento. Gli eventi si tengono negli stessi giorni (dal 24 al 26 settembre) con un ricco programma di oltre 70 eventi tra convegni, degustazioni, laboratori, mostre e approfondimenti tematici. Profumo di pane trentino

Abitare, Eventi

Imparare dai disastri

I cambiamenti climatici stanno facendo lievitare gli eventi naturali straordinari.

Tsunami, uragani, trombe d’aria, bombe d’acqua, alluvioni, sono temi che entrano sempre più spesso nelle nostre conversazioni. Eventi che sembravano confinati in aree tropicali o nelle pianure statunitensi si verificano anche nella vecchia Europa. Gli strascichi sono ovviamente orrendi: distruzioni, fango, morti, tetti scoperchiati e quant’altro. Cosa si può fare per evitare altri disastri in attesa di poter ridurre il riscaldamento globale? Imparare dai disastri

Eventi

La statura artistica non va di pari passo con quella reale

Credits Museo Casa Buonarroti

Michelangelo Buonarroti era piuttosto basso, ma questo non scalfisce la sua grandezza nella pittura e nella scultura.

Se dovessimo misurare la grandezza artistica sviluppandola in centimetri, Michelangelo dovrebbe figurare tra i giganti. Ma nella vita reale probabilmente sarebbe, stato definito un uomo nella norma. Uno studio recente, ha preso in considerazioni le scarpe del Buonarroti, ed ha stabilito che a stento, avrebbe raggiunto il metro e sessanta. Un’altezza non troppo significativa oggi, ma Michelangelo preferiva far parlare le proprie opere, piuttosto che svettare in verticale. La statura artistica non va di pari passo con quella reale

Abitare, Eventi

Nuovi strumenti per combattere gli incendi

Brucia il bosco simbolo della California, quello delle sequoie millenarie, torna urgente trovare il modo di bloccare gli incendi.

Mezzo mondo trattiene il fiato mentre arrivano notizie terribili dal Nord della California. Il Generale Sherman, la sequoia più grande e forse più anziana e la sua foresta è sotto attacco a causa di un incendio. Stavolta non è colpa dell’uomo, a scatenare il rogo sono stati dei fulmini. Il cambiamento climatico fa aumentare gli incendi quasi ovunque, e i tecnici cercano soluzioni alternative per spegnerli. Nuovi strumenti per combattere gli incendi.

Abitare, Benessere, Eventi

In Norvegia vincono i no-oil

I partiti contrari all’estrazione del petrolio hanno portato a casa un successo che segna un cambiamento etico ed epocale.

Che sia stata un’ondata emotiva legata alla crisi climatica o meno, queste elezioni norvegesi passeranno alla storia. Un paese grande produttore di petrolio, e quindi che basa su di esso buona parte della sua ricchezza, decide di fare a meno di questo “tesoro”. Ora si attende la formazione del governo per comprendere la portata delle indicazioni venute dalle urne. Un consenso quasi plebiscitario per l’attenzione ai cambiamenti politici, sociali e climatici. In Norvegia vincono i no-oil

Abitare, Eventi

Ci sono uccelli che sentono i disastri naturali in anticipo

Potremmo usare la loro sensibilità per prevenire alcuni eventi come tsunami e uragani

Provate ad immaginare ad un sistema di allarmi, basato sulla sensibilità ai disastri naturali degli uccelli. È proprio quello che alcuni scienziati stanno cercando di elaborare. Lo hanno fatto seguendo le evoluzioni della pittima reale che ogni anno migra dalla Nuova Zelanda all’Alaska. Un viaggio lunghissimo, insidioso, pericoloso, pieno di tempeste ed uragani, ma loro arrivano sani a destinazione. Ci sono uccelli che sentono i disastri naturali in anticipo

Abitare, Eventi

La balena di Pinocchio esiste

Collodi l’ha un po’ romanzata ed allungata ma le balene che inghiottono gli uomini esistono.

Può raccontarci tutti i particolari un pescatore di aragoste che, al largo di Cape Cod, ha provato quell’emozione. Una megattera se l’è trovato sul cammino mentre mangiava il suo krill e lo ha aggiunto al pasto. Non lo ha trovato così saporito, e l’ha risputato dopo qualche secondo. Il pescatore ha ringraziato un pacco di divinità, per esserne uscito con qualche botta che s’è trasformata in livido, e un ginocchio lussato. La balena di Pinocchio esiste.

Abitare, Eventi

Gli avvoltoi neri sono diventati assassini?

Sono uccelli aggressivi, protetti a livello federale, ma sinora non avevano attaccato animali vivi.

L’accusa viene dagli agricoltori della fascia sud degli Usa, dove gli avvoltoi neri sono abitualmente di casa. A detta degli allevatori ci sarebbero stati casi di attacchi ad animali vivi, soprattutto vitelli. Gli esperti non sono estremamente convinti riguardo a questi episodi, ma vorrebbero studiare questa eventuale variazione di abitudini. Gli allevatori chiedono che venga tolta o ridotta la protezione dei grandi uccelli e che sia consentito abbatterli. Gli avvoltoi neri sono diventati assassini?

Abitare, Eventi

Fusione nucleare magnetica l’energia del sole

I primi test condotti da ENI e MIT hanno avuto esito positivo, si apre una nuova era

L’energia è sicuramente uno bei beni più richiesti, legata a doppio filo con le proprie scorie, le proprie emissioni e la sua gestibilità. La fusione a freddo è un sogno che da molti anni popola i sogni dei ricercatori. Ma il successo di questo primo test ribalta tutta la letteratura scientifica. L’energia che si ottiene è quasi infinita, è pulita, non produce emissioni e replica ciò che avviene nel sole e nelle stelle. Unica nota negativa restano un poco di scorie radioattive, ma infinitamente minori rispetto a quelle delle centrali nucleari. Fusione nucleare magnetica l’energia del sole

Abitare, Eventi

Gli studi di Darwin salvati dalle orchidee

Le critiche al suo “origine delle specie” lo avrebbero affossato ma la botanica gli diede una mano

Quando pensiamo a Darwin e alla sua teoria sull’origine delle specie, ci ricordiamo delle Galapagos, delle testuggini e dei fringuelli. Nessuno però ricorda con quanto disappunto e contrasto la sua teoria venne accolta anche nella comunità scientifica. Ancora oggi c’è chi dubita sull’autenticità del suo pensiero, per aspetti religiosi o capziose teorie devoluzionistiche. Eppure Darwin aveva ragione e per dimostrarlo tornò a quella che era stata la sua prima passione, gli studi di botanica. Gli studi di Darwin salvati dalle orchidee