Benessere, Enogastronomia

Dagli scarti della frutta questo sostituto dello zucchero

Uno zucchero etico e che partecipa all’economia circolare

Le mele e le pere che non sono abbastanza belle per essere vendute nei reparti frutta diventano un ottimo dolcificante a zero calorie. Il dolcificante viene dall’Olanda e incontra due grandi esigenze: un dolcificante di qualità e la riduzione dello spreco alimentare. Le mele e le pere che non raggiungono gli standard commerciali vengono di solito trasformate in succhi di frutta o diventano compost. Ora però esiste un modo più interessante di sfruttare la frutta del terzo settore, dando vita ad un dolcificante molto efficace. Non usa sostanze chimiche, non ha retrogusti, i suoi resti non inquinano e non aggiunge calorie. Dagli scarti della frutta questo sostituto dello zucchero

Abitare, Benessere, Enogastronomia

La spesa online, una pia illusione

Tutti coloro che hanno pensato di poter soddisfare le esigenze familiari durante la quarantena con l’e-commerce sono rimasti perplessi

Molti clienti sono delusi, il servizio non è sufficiente e non riesce a soddisfare le richieste. Manca il personale che possa ricevere gli ordini, prepararli e soprattutto consegnarli. Non ci sono finestre o slot liberi per parecchi giorni. Chi aveva immaginato di acquistare prodotti freschi come frutta e verdura, ha dovuto rapidamente cambiare opinione e obiettivo. Invece di favorire le persone in quarantena ha fatto aumentare le ansie. La spesa online, una pia illusione

Enogastronomia

Rubate anche voi un segreto agli chef

Come riescono a rendere appetitose anche le verdure più insignificanti nei ristoranti, mentre voi invece non riuscite a ottenere gli stessi sapori?

È curioso scoprire che uno dei segreti di tua nonna venga svelato, ma non dalle solite pettegole. A farlo sono i ricettari dei migliori chef.  Mia nonna ha fatto del non gettare mai nulla del cibo, la sua religione. Quindi di un prodotto eccellente ma costoso, come il parmigiano reggiano, nemmeno la più piccola briciola veniva sprecata. Anche le croste, dopo aver dato il meglio di sé facendosi derubare del loro contenuto, venivano utilizzate. Davano un sapore eccellente a brodo, risotti, minestroni. Venivano cotte fino ad ammorbidirle o scioglierle, garantivano anche ai più insipidi vegetali, uno squillo di piacevolezza. Rubate anche voi un segreto agli chef

Benessere, Enogastronomia

Bevande sane in etichetta ma in realtà superzuccherate

Ci sono definizioni degli alimenti e delle bevande che creano confusione nei consumatori e disinformazione.

Sono molte le bevande in vendita con una denominazione accattivante ed un adesivo “sano” o “salutare” che non avrebbero diritto a nessuno di quegli aggettivi. Contengono molto zucchero e sono nocive per molti di noi. I medici sono preoccupati e additano questi soft drink come causa di malattie cardiache, diabete di tipo 2 ed obesità. Bottigliette di presuntamente “innocuo” tè freddo, in realtà contengono una quantità di zucchero aggiunto che è spesso superiore a quello che è il limite giornaliero consigliato. Bevande sane in etichetta ma in realtà superzuccherate

Benessere, Enogastronomia

Buon cibo il comfort food è elisir di felicità

Niente come il cibo più gradito aiuta a costruire un atteggiamento positivo

Fatevi un regalo, se potete sospendete in questi giorni i regimi troppo restrittivi. Evitate di mettervi in posizioni che sono psicologicamente poco vantaggiose. Lo dicono gli psicologi che ci dobbiamo gratificare per superare meglio questo periodo di quarantena. Sia che siate bloccati a casa o che dobbiate ritornarci appena possibile, è giunto il momento di mettere in pratica il ricettario di nonne e bisnonne. Buon cibo il comfort food è elisir di felicità

Benessere, Enogastronomia

Animali selvatici al bando in Cina

Una nuova legge mette fuori commercio gli animali selvatici, anche se suona come chiudere la stalla dopo che i buoi sono fuggiti

Ci volevano tutti i disagi potati dal coronavirus per mutare le abitudini alimentari cinesi. Un gesto molto etico e intelligente per la salvaguardia di molte specie in pericolo. Ma aspettate a gioire, se il divieto salverà molti cani e gatti destinati a finire in pentola non sarà esteso a tutti i tipi di utilizzo della fauna selvatica.Gli animalisti prima di esultare è bene che spulcino cosa nasconde questa legge. Se è proibito cibarsene e farne commercio per la cucina, tutte le altre attività non sono proibite. Animali selvatici al bando in Cina

Benessere, Enogastronomia, Eventi

Alberghi e ristoranti a rischio collasso per il coronavirus

In piena crisi da Coronavirus, l’economia soffre tantissimo, le conseguenze peggiori nelle strutture turistiche

Stanno arrivando pessime notizie, non per i contagi ma per il panico che è stato gonfiato in modo tremendo. Le strutture che si occupano di turismo, ospitalità e ristorazione cominciano già a provare affanno. La situazione non sembra risolvibile col classico colpo di bacchetta magica, anzi. Piovono disdette e alcuni stati giocano a far aumentare il panico, sconsigliando viaggi nel bel paese. Alcuni stanno limitando la permeabilità alle frontiere senza una preventiva quarantena, recente è il caso degli italiani respinti alle Mauritius. Alberghi e ristoranti a rischio collasso per il coronavirus

Enogastronomia, Eventi

Una birreria solo analcolica a Londra.

Si chiama BrewDog la birreria scozzese che ha aperto a inizio anno nella capitale dei pub

Il gusto è la variabile che fa arricciare il naso a tutti i consumatori di birra quando si parla di analcoliche. La Brewdog ha deciso che fosse tempo di far ricredere gli amanti della birra con un prodotto che potesse soddisfare tutti. Estimatori o consumatori saltuari, e l’ha fatto nella città che ospita più pub e birrerie al mondo, un luogo simbolico: Londra. Se volete visitarla l’indirizzo è in Old Street e preparatevi a una sorpresa. Una birreria solo analcolica a Londra.

Benessere, Enogastronomia

Spariranno le vacche?

Prevedono che in un decennio le mucche presenti caleranno di almeno il 50%

La carne bovina sembra destinata a diventare un alimento per pochi. Dopo essere stata alla base della cultura del fast food, dell’hamburger e della carne macinata, rischia di diventare di nicchia. La carne-non-carne potrebbe sostituirla in modo decisivo, man mano che la produzione diventerà sempre più massiccia ed i prezzi caleranno. Spariranno le vacche?

Benessere, Enogastronomia

Macchine impollinatrici per sostituire le api

Credits: Edete

Gli agricoltori potranno usare robot per impollinare le piante

Le api sono sempre più in difficoltà, quelle selvatiche sono ormai nell’elenco dei quelle in estinzione. Le domestiche sono in fortissimo calo per l’utilizzo dei troppi pesticidi e diserbanti. Il glifosato uno dei prodotti più controversi e pericolosi, è presente in quasi tutte le api che sono state controllate. Le api domestiche vengono sballottate in luoghi diversi per aiutare l’impollinazione ma il loro contributo è destinato a scendere. Macchine impollinatrici per sostituire le api