Benessere, Enogastronomia

Sarebbe ora di cambiare il Frigorifero

Producono un sacco di gas serra, consumano molto e non aiutano a moderare il cambiamento climatico.

Potrebbe bastare un frigorifero. Il cambiamento climatico è un grande problema che non è facile risolvere senza un coinvolgimento di tutti gli abitanti del pianeta. Ognuno di noi può compiere il proprio dovere di cittadino del mondo apportando variazioni al proprio stile di vita. Circondarsi di elettrodomestici efficienti è una delle variabili su cui lavorare. Il frigorifero è quasi sempre la prima voce nella nostra spesa energetica casalinga, si potrebbe risparmiare e fare del bene a tutta la comunità. Sarebbe ora di cambiare il Frigorifero

Benessere, Enogastronomia

Odorato impazzito a causa del covid-19

Molti pazienti perdono l’odorato (anosmia) oppure avvertono puzze insopportabili che non esistono

L’odorato sembra essere uno dei campanelli d’allarme per chi teme di essere stato colpito dal Covid-19. Se vi svegliate un mattino e non sentite nessun odore, è meglio che contattiate il vostro medico e vi prepariate ad una quarantena. L’anosia non è piacevole ma si può benissimo convivere con lei, anche se i sapori del cibo ne sono parecchio condizionati. La parte peggiore è per coloro che invece sviluppano la parosmia, ovvero la capacità si sniffare odori inesistenti, spesso sgradevolissimi. Odorato impazzito a causa del covid-19

Benessere, Enogastronomia

SoBon un forno solidale e sostenibile

Arte bianca interpretata in modo intelligente e interessante

Un forno padovano che si è dato un grande obiettivo produrre pane certificato e biologico. Hanno deciso di spingersi oltre la semplice etica produttiva ma hanno incrementato i loro valori con un progetto di integrazione. Tra i loro collaboratori sono presenti anche persone con disabilità che però danno un grande contributo. Un’iniziativa lodevole che consente a persone con difficoltà di rimodellare e pensare al proprio futuro. SoBon un forno solidale e sostenibile

Enogastronomia, Eventi

Il lockdown c’insegna a consumare meglio

La forzata permanenza in casa ha modificato le abitudini dello shopping con interessanti sorprese

Lo spreco alimentare resta un problema molto vistoso, che ancora non ha soluzioni concrete. Sono troppo sporadiche le campagne che possono ridurre gli eccessi produttivi. Anche se la sensibilizzazione dei consumatori procede, ma ancora a rilento. Eppure potrebbe averci dato una mano l’odiato Covid-19. Le rilevazioni dei consumi degli ultimi sei mesi hanno mostrato impreviste fluttuazioni che fanno pensare a cambiamenti delle abitudini alimentari degli italiani. Il lockdown c’insegna a consumare meglio

Enogastronomia, Eventi

La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

Gli eccessi di produzione ritirati, hanno trovato un utilizzo in agricoltura che suscita molto interesse.

Che gusto avranno i prodotti cresciuti sui terreni concimati dalla birra Guinness? Sono in tantissimi a chiederlo, riuscirà a condizionare i raccolti ed aggiungere gusto? Resteranno tutti delusi perché la birra non è stata utilizzata per gli orti ma per la vivaistica. A godere del gusto e del profumo della stout, la scura e caramellata birra, tra le più celebri del mondo, è stato un vivaio di abeti. Forse cambieranno un poco i colori degli aghi degli alberi di Natale del prossimo inverno. La birra Guinness per concimare i prossimi alberi di Natale

Benessere, Enogastronomia

Chi ha paura del cibo del futuro?

Cosa spaventa di più i consumatori delle rivoluzioni alimentari prossime venture?

Un sondaggio mette in risalto che il consumatore medio è preoccupato rispetto al cibo del futuro. Sono attese rivoluzioni e cambiamenti che dovrebbero tutelare la sostenibilità del pianeta. Qualcuno s’è arreso al fascino dei B-movie di fantascienza degli anni ’60, ed immagina che a tavola arriveranno solo pillole. Sono una stretta minoranza, il cibo masticabile resta un must e pare che quasi nessuno voglia rinunciarvi. Il desiderio dei consumatori è che si riducano le porzioni ma che si alzi la qualità degli ingredienti. Chi ha paura del cibo del futuro?

Benessere, Enogastronomia

Mangiare sano si può anche senza contare le calorie

C’è un enorme business che coinvolge industria alimentare e i dietisti. Però esistono piccoli segreti che non ci svelano volentieri, per alimentarci meglio

Ognuno di noi ha tentato, una, due, cento diete, con risultati spesso deludenti oppure deprimenti. Mille varianti dal mangia tutto trannesolo proteine, solo vegetali, solo pompelmi. Le riviste che trovate dall’acconciatore sono piene di esempi negativi in questo senso. Tutte promettono miracoli ma nessuna vi avverte che poi entrerete in depressione o comincerete a perdere i capelli. Oppure avrete un colorito grigiastro che spaventerà il vostro medico. Mangiare sano si può anche senza contare le calorie

Abitare, Benessere, Enogastronomia

Serre sui palazzi per ortaggi tutto l’anno

Aumentano le serre costruite sui tetti per produrre vegetali, una vera rivoluzione del modo di produrre

Sono in costante aumento le strutture urbane dedicate alla coltivazione dei vegetali non più a chilometro ma a metro zero. Portare gli orti nel cuore delle città in fondo non è altro che un ritorno al passato, ma con grandi variazioni tecnologiche. La prima variabile che stravolge il concetto stesso di orto è l’assenza di terreno. Le colture sono infatti idroponiche, non utilizzano terreno e non consumano suolo. La seconda è il riciclo dell’acqua piovana che consente risparmi consistenti, non solo nelle bollette, ma anche nello spreco di risorse. Serre sui palazzi per ortaggi tutto l’anno

Enogastronomia, Eventi

MONTAGNA GUSTO alla scoperta dei sapori trentini

Inizia il Trento Film Festival dal 27 agosto al 2 settembre. La manifestazione offre la possibilità di degustare molte specialità trentine

Palazzo Roccabruna ha incaricato Emanuela Corradini di Olab Marketing Communication Technology e Roberta Rizzi, Event specialist e P.R. , l’evento MontagnaGusto in occasione del Trento Film Festival 2020. Un progetto che coinvolge molti ristoranti, pizzerie e bistrot di Trento e Rovereto, per offrire un assaggio delle prelibatezze trentine di montagna, etiche e sostenibili. La scelta di invitare i visitatori del festival e entrare nelle strutture che già esistono sul territorio è saggia e vincente. In epoca di pandemia è decisamente opportuno contribuire e godere dei servizi di chi già è strutturato. I 23 ristoratori aderenti, sviluppano menù a base di specialità rigorosamente trentine. Vengono offerte due possibilità ai visitatori, consumare in loco o in modalità take away. MONTAGNA GUSTO alla scoperta dei sapori trentini

Abitare, Enogastronomia, Viaggi

Mucche nel porto. Lasciamole galleggiare.

Il futuro impone di ripensare molti dei processi produttivi. La richiesta di cibo aumenterà e gli spazi dove farli crescere diminuiranno. Ogni soluzione alternativa è benvenuta.

Non avete le traveggole, ci sono davvero mucche nel porto. Siamo circondati di mari che vengono utilizzati solo per la pesca, i trasporti e la balneazione. È vero ci sono progetti importanti di acquacoltura e molto del pesce che arriva nelle nostre tavole proviene da questi allevamenti. Però forse è il tempo di allargare lo sguardo e il pensiero e non limitare le esperienze agricole al solo livello subacqueo. Si potrebbero usare piattaforme galleggianti su cui ottenere produzioni importanti ed allevare animali. Un progetto olandese va in quella direzione. Mucche nel porto. Lasciamole galleggiare.