Benessere, Enogastronomia, Viaggi

La sbronza se la porta via un funghetto magico

La ricerca continua a cercare la soluzione definitiva per eliminare la piaga dell’alcoolismo

Il tentativo di limitare od eliminare il problema degli eccessi e dalla dipendenza da alcool proseguono seguendo strade alternative. Ci sono ritrovati “pseudo-miracolosi” che sono a disposizione, soprattutto in Asia, che dovrebbero avere quello scopo. Recentemente è stato messo in circolazione anche una sorta di ghiacciolo che ha la funzione di smaltire la sbornia. Lo Hangover del mattino dopo preoccupa molti bevitori seriali, ma gli studiosi vogliono andare oltre a quel fastidioso mal di testa. La sbronza se la porta via un funghetto magico

Continua a leggere →
Abitare, Benessere, Enogastronomia

Doggy Bag e Wine Bag etici

Un’esigenza che a sorpresa sta aumentando anche in Italia.

Gli avanzi del nostro cibo e del nostro vino al ristorante vengono sempre più spesso portati a casa per essere consumati nei giorni successivi. I ristoratori sono lieti che si eviti lo spreco e cercano soluzioni intelligenti per soddisfare questo bisogno. Sino a qualche anno fa c’era una sorta di riserbo nel richiedere un contenitore per il proprio pranzo. Una velata auto-accusa di taccagneria limitava molto questa pratica, che in molti paesi costituisce l’assoluta normalità. Doggy Bag e Wine Bag etici

Continua a leggere →
Abitare, Benessere

Salute mentale e sport dei bambini

Gli sport di squadra creano minori squilibri rispetto a quelli individuali

Qualche studio statunitense ha posto in evidenza un’area pericolosa per la salute mentale dei giovanissimi. Giocare in un team sviluppa meno criticità, rispetto a chi preferisce i giochi individuali e non fa alcuno sport. I problemi principali che si sono evidenziati riguardano la sfera della depressione e dell’ansia. Anche la poca capacità di concentrazione è maggiormente presente nei giovani sportivi che amano allenarsi da soli. Salute mentale e sport dei bambini

Continua a leggere →
Abitare, Benessere, Enogastronomia

Sarà BIO il vino del futuro?

Gli italiani sono interessati al vino Biologico, lo hanno provato e lo hanno acquistato

Cresce l’interesse e l’attenzione nei confronti del vino biologico. Lo dimostrano le vendite che stanno aumentando, sia in Italia che all’estero. Tra i valori che i consumatori ricercano maggiormente, e che trovano come imprescindibile, c’è la sostenibilità ambientale. L’attenzione al territorio si sviluppa proprio in quel senso, facendo lievitare la ricerca di tutti i prodotti bio. Anche il vino approfitta del momento positivo e vede incrementare richieste e vendite. Sarà BIO il vino del futuro?

Continua a leggere →
Abitare, Benessere

Ragionare troppo stanca

Lavorare troppo intensamente può essere molto faticoso mentalmente

Un argomento perfetto per il periodo delle ferie e delle vacanze. Quando il lavoro viene finalmente mandato in soffitta almeno per qualche giorno. Cosa ci fa sentire così stanchi e svuotati dopo una giornata intensa anche se il lavoro non è fisicamente stressante. Rispondere a mille telefonate, leggere e rispondere a centinaia di e-mail o farsi coinvolgere in riunioni dal vivo o su cam. Tutte azioni che prese singolarmente non dovrebbero provocarci una sensazione di burnout eppure… Ragionare troppo stanca

Continua a leggere →
Abitare, Benessere, Enogastronomia

Per l’aperitivo serve l’atmosfera delle piazze italiane

Piazza del campo Siena

La location perfetta per i turisti, quella che li fa sognare, è la piazza dei borghi e delle città.

Uno degli aspetti che non siamo abituati a considerare, perché per noi è abituale, l’ambientazione in luoghi all’aperto, è quella della piazza. Un luogo in cui viviamo quotidianamente, da sempre, i nostri aperitivi e momenti sociali. I turisti ce l’invidiano e sognano di poter rivivere quel momento magico di leggera spensieratezza e gioia di vivere. Per i turisti il nostro modo  condividere i momenti sociali negli spazi cittadini è qualcosa di speciale. I bar, i caffè con distesa, sono uno dei simboli del nostro stile di vita, regalano suggestioni a cui i turisti non sanno sottrarsi. Per l’aperitivo serve l’atmosfera delle piazze italiane

Un fascino legato al piacere di vivere

Non è un effetto nato ora, la stessa filmografia internazionale utilizza le distese dei bar, come elemento evocativo dell’italian way of life. Piace molto il clima di rilassatezza e divertimento che si crea in queste situazioni. Ne sono appassionati estimatori quasi tutti i turisti che non vedono l’ora di gustare qualcosa comodamente seduti. Tedeschi, francesi, statunitensi, ma anche cinesi e giapponesi vogliono portare a casa quella particolare atmosfera. La ricercano sia nelle metropoli che nei deliziosi borghi di cui il nostro paese è così ricco. Talvolta ricostruiscono le nostre location per ricreare quel clima.

Per l’aperitivo serve l’atmosfera delle piazze italiane

Un drink all’ombra di monumenti storici

Ciò che stimola molto la fantasia dei turisti è poter passare del tempo all’ombra di edifici e monumenti storici. Ciò che noi italiani non notiamo più, perché avvezzi da troppa frequentazione, dona ancora brividi a chi viene da altri paesi. La piazza è l’ambientazione più ricercata, ma anche i cortili e le stradine per quella leggera sensazione di svacco che accompagna l’aperitivo all’italiana. Sono affascinati anche dal fatto che non sono ad orari prestabiliti, ma possono essere consumati quasi sempre. Non importa quante volte e a che ora, purché sia gradito e le regole sono molto lasche. La cosa più importante è godere del momento con la giusta rilassatezza, senza frenesia.

Un’iconografia che accende la fantasia

Per un turista internazionale, vedere transitare un Fiat 500 o una vespa, crea automaticamente un’atmosfera particolare. Con rimandi ad una cultura del bello e ad un saper gustare la vita che rappresenta lo stile italiano. Le pro loco dovrebbero attivarsi in quel senso, per fornire simboli del nostro buongusto, per incrementare il desiderio di pernottamento dei turisti. Gli stuzzichini che accompagnano i beveraggi sono graditissimi, specialmente se sono caratteristici. La curiosità di confrontarsi con sapori, per loro innovativi, è una delle cose più piacevoli che ricordano delle loro vacanze.

Per l’aperitivo serve l’atmosfera delle piazze italiane
Piazza dell’Ovo Lucca

Cosa bevono e mangiano

Tra le cose più richieste per un aperitivo ci sono i vini locali, bianchi o rossi, con prevalenza per i bianchi frizzanti serviti freschi. Graditi anche i cocktail analcolici e i gelati. L’alcolico o il cocktail alcolico ha maggior appeal negli aperitivi serali. Gli stuzzichini sono graditi, specie se molto variegati, piace una abbondanza di gusti stimolanti. Salati o piccanti sempre privilegiati i prodotti locali, latticini, mozzarelle, salumi serviti con focacce, pizze e bruschette. Tutto ciò che viene identificato come cibo italiano, una tradizione che è corollario indispensabile per il rito dell’aperitivo.

Se lo portano a casa

Il rituale italiano è talmente gradito che i turisti cercano di ricreare la stessa atmosfera anche nei loro paesi. Portano a casa il nostro modo di vivere, la nostra capacità di trasformare in momento ludico anche il solo sorseggiare un bicchier d’acqua. Vogliono ricreare quest’atmosfera di spensieratezza, tranquillità, accompagnata da buon cibo stuzzicante e un calice effervescente. Invidiano la nostra spontaneità e la capacità di condividere emozioni e sentimenti in un’ambientazione ricca di bellezza, arte e cultura. Per l’aperitivo serve l’atmosfera delle piazze italiane

Per l’aperitivo serve l’atmosfera delle piazze italiane
Per l’aperitivo serve l’atmosfera delle piazze italiane

Credits:Pixabay

Abitare, Benessere, Enogastronomia, Eventi, Viaggi

Agriturismo prima meta

Una stagione turistica molto positiva per gli agriturismi attrezzati

La stagione è tutt’altro che finita ma si possono cogliere molti segnali da quanto è accaduto sinora. Gli agriturismi sono presi d’assalto e segnano molti tutto esaurito. Piace moltissimo il binomio ruralità e comodità. Gli agriturismi che hanno saputo innovare offrendo servizi extra sono i più premiati. Molto ricercate le località che offrono ampi spazi verdi e tranquillità, meglio se dotate di piscina. Agriturismo prima meta

Continua a leggere →
Benessere, Enogastronomia, Marketing

Eliminare la pubblicità del cibo trash

Un tentativo fatto dalla Sanità inglese sta dando buoni risultati

Una riduzione delle pubblicità del cibo spazzatura sta facendo sorridere i boss della Sanità anglosassone. Sono diminuiti i casi di obesità infantile con un forte risparmio in proiezione del servizio sanitario nazionale, per tutte le malattie legate all’eccesso di peso. Da due anni sul territorio londinese non sono ammesse le pubblicità sui mezzi pubblici di cibi e bevande ricche di calorie, sali e zuccheri. I risultati sono stati confrontati con quelli di famiglie che vivevano al di fuori dell’area “protetta”, per evidenziarne l’efficacia. Eliminare la pubblicità del cibo trash

Continua a leggere →
Abitare, Benessere

Meno aria condizionata in Europa

Cominciano le limitazioni ai consumi di energia nei luoghi pubblici

La Russia sta chiudendo i rubinetti, ha ridotto la percentuale di gas fornito agli stati della UE e diventa indispensabile ridurre i consumi. La dipendenza dai combustibili fossili segna i nostri consumi, ed ogni paese dovrà cercare di ridurre l’impiego di gas o prodotti petroliferi. Da oggi entrano in vigore le nuove regole che per ora riguardano le zone pubbliche. 27° è il limite minimo a cui impostare i luoghi come stazioni, metro, teatri o centri commerciali. Meno aria condizionata in Europa

Continua a leggere →
Abitare, Benessere

I cani sanno fiutare il Covid-19

I loro potenti tartufi riescono a scovare molto prima dei test chi è positivo

Sono molto precisi nel loro lavoro e hanno beccato anche qualcuno completamente asintomatico. Il potente naso dei cani riesce ad individuare una miriade di odori, che noi umani non possiamo identificare. Loro riescono ad individuare il virus dall’odore nostro sudore. In una prova con oltre 300 persone hanno individuato i soggetti vittime del Covid col 97% di precisione. Una percentuale molto migliore di quella dei normali test farmaceutici. I cani sanno fiutare il Covid-19

Continua a leggere →