Abitare, Eventi

Cosa resta dopo le Olimpiadi?

Resti dello Stadio delle Olimpiadi di Berlino

Strutture costosissime, create per gli eventi vengono spesso abbandonate.

Sono tantissimi gli obbrobri architettonici che non hanno una seconda vita dopo le Olimpiadi. Costano una fortuna, vengono utilizzate per un paio di mesi, poi restano a marcire e ad inquinare, senza poter essere utilizzate. A Tokyo la spesa prevista è di 35 miliardi di euro, senza aver alcun ritorno economico dal turismo. Vengono investiti molti miliardi per edificare strutture che devono essere funzionali, contenere migliaia di spettatori, atleti e giornalisti, ma con un futuro incerto. Quando le luci si spengono, le medaglie sono state assegnate ed ogni parola è stata detta, arriva la morte per questi impianti. Cosa resta dopo le Olimpiadi?

Abitare, Eventi

33 antichi virus trovati in un ghiacciaio tibetano.

Un carotaggio di ghiaccio vecchio di 15.000 anni fa ha svelato l’esistenza di antichi virus sconosciuti.

È un argomento che tocca corde sensibili, in periodo di Covid, è una notizia che toglie il fiato. È lo scenario preferito dagli scrittori/sceneggiatori di fantascienza e horror. Vecchi virus sepolti in un ghiacciaio, riportati in vita da qualche scienziato pazzo, ed in grado di poter scatenare tutta la loro negativa potenza. Ma i ricercatori stoppano questo tipo di fantasy, ritengono improbabile che questi virus possano danneggiare gli umani, anche se molti di loro sono completamente sconosciuti. 33 antichi virus trovati in un ghiacciaio tibetano.

Abitare, Eventi, Viaggi

I cacatoa imparano ad aprire i cassonetti gli uni dagli altri

courtesy Barbara Klump Max Planck Institute of Animal Behavior

I curiosi uccelli dalla vistosa cresta stanno imparando ad aprire i cassonetti dei rifiuti

In Australia i cacatoa sono molto diffusi e si stanno facendo parecchi nemici. I residenti di alcune aree urbane lamentano la loro eccessiva intraprendenza coi cassonetti della differenziata. La loro attenzione si rivolge soprattutto ai contenitori dell’umido dove hanno imparato a comprendere che possa essere custodito del cibo. Hanno imparato ad aprire i coperchi dei cassonetti (in quelle aree sono rosso acceso) e lo stanno insegnando ai loro colleghi. I cacatoa imparano ad aprire i cassonetti gli uni dagli altri

Abitare, Enogastronomia, Eventi

Milioni di molluschi marini lessati dall’ondata di calore

Un enorme sauté di cozze vongole e ostriche che nessuno mangerà. Il disastro nel Pacifico sulle coste del Canada e Usa avrà conseguenze per lungo tempo

Non si riesce a quantificare, ancora, quale possa essere il numero dei molluschi che sono morti per l’imprevista ed inattesa ondata di calore di fine giugno. Si parla di milioni ma potrebbero essere miliardi, le creature marine morte che si stanno putrefacendo sulle coste. Il fetore che li accompagna è tale da far fuggire chiunque. Molte delle coltivazioni di bivalvi, destinati alle nostre tavole, stanno marcendo al sole. Un disastro immane che poteva essere evitato solo alla fonte, ovvero controllando il cambiamento climatico. Milioni di molluschi marini lessati dall’ondata di calore

Abitare, Benessere, Enogastronomia

Una dieta con alghe riduce il metano emesso dalle mucche

Le mucche sono accusate di emettere troppo metano sia con le flatulenze che coi rutti dovuti al rumine.

Una interessante ricerca ha individuato un alimento che potrebbe ridurre il problema con una semplice dieta. Ad alcune mucche è stato aggiunto nel foraggio una quantità di alghe tra i 50 e i 150 grammi al giorno per 5 mesi. La riduzione del metano emesso è stata dell’82%, una misura notevole rispetto all’usuale. Il metano, che contribuisce molto al riscaldamento del pianeta, è rilasciato dalle mucche nei suoi processi digestivi. Riuscire a diminuirlo drasticamente, è uno degli impegni di molti studiosi dell’alimentazione bovina. Una dieta con alghe riduce il metano emesso dalle mucche

Abitare, Enogastronomia

Agricoltura oceanica per battere il riscaldamento delle acque

I pescatori si dedicano all’agricoltura oceanica rigenerativa, una sorta di “rimboschimento” dei fondali marini

Grandi piantagioni sottomarine di molluschi e alghe kelp, quelle gialle lunghissime tipiche anche dei Sargassi. Sono loro i protagonisti di una nuova agricoltura. I pescatori si stanno reinventando per continuare ad avere sostentamento e lavoro dall’oceano. Da sempre, la loro principale attività economica.  L’Alaska è un territorio di confine, con molti problemi, il primo dei quali è il clima molto rigido per buona parte dell’anno. Una delle poche attività redditizie era la pesca ma diverse catastrofi naturali o causate da umani hanno ridotto la sua efficienza. Agricoltura oceanica per battere il riscaldamento delle acque

Abitare, Enogastronomia

Le capsule del caffè si possono riciclare

Un buon esempio di sostenibilità messo in atto da due dei brand più celebri del settore, Nespresso e illy

Un’alleanza per il riciclo delle capsule in alluminio, utilizzate per il caffè. Sposa le esigenze dell’economia circolare, per regalare nuova vita alle capsule di alluminio. Un metallo prezioso proprio per la sua facile riciclabilità, che lo rende adatto al riuso quasi all’infinito. Nespresso e illycaffè hanno deciso di unire le loro forze per dare un esempio virtuoso di sostenibilità e salvaguardia dell’ambiente. L’obiettivo è rendere più semplice ai consumatori italiana la raccolta dei contenitori in alluminio destinati ad espressi e cappuccini. Le capsule del caffè si possono riciclare

Abitare, Eventi

L’asteroide Ucraino non ha tolto di mezzo i dinosauri

Circa 65 milioni di anni fa, un grande asteroide ha colpito una zona dell’Ucraina causando un cratere enorme

Il villaggio di Bukvarka non ha niente di notevole per essere ricordato. Si trova a circa 200 km da Kiev, in una zona agricola quasi pianeggiante, con qualche fattoria e poco altro. Ma in realtà nasconde un segreto, fatto di due realtà molto diverse. Un enorme cratere largo più di 25 km, ad una profondità di 500 metri, e un lago scomparso. Il cratere l’ha provocato un asteroide, che si è schiantato sulla Terra 65 milioni di anni fa. Ha provocato un incendio e una dispersione di calore tale, che la regione circostante è come se fosse stata fusa. L’asteroide Ucraino non ha tolto di mezzo i dinosauri

Abitare, Benessere

Caldo tremendo e siccità devastano l’America

L’ondata di calore che ha investito il Canada con decine di decessi è l’ennesimo campanello d’allarme climatico

A Vancouver a giugno la media del calore non supera i 28° C con punte di 30°, ma qualcosa di inaudito è successo. I termometri sono saliti fino a 49,5°, una temperatura mai vista e soprattutto mai subita. Molte persone erano impreparate a un clima così torrido, i loro corpi non hanno reagito nel modo corretto. Si contano circa 140 decessi dovuti a questo repentino innalzamento delle temperature. Al momento l’ondata di calore sembra relegata nell’area ovest di Canada e Stati Uniti, ma si teme che possa estendersi agli stati interni. Caldo tremendo e siccità devastano l’America

Abitare, Benessere, Enogastronomia

Acqua potabile più sicura

L’EU con una nuova direttiva invita tutti ad utilizzare l’acqua dei nostri sistemi idrici, eliminando le sostanze tossiche e riducendo l’uso della plastica.

Sono miliardi le bottiglie di plastica monouso che vengono utilizzate ogni anno. La motivazione principale per cui consumiamo tante acque minerali è la scarsa fiducia dei consumatori sulla salubrità di quella disponibile in rete. Per ovviare a questa situazione e a questa sensazione di pericolosità, sono stati introdotti nuovi parametri di garanzia. Tutta il percorso delle acque che arrivano ai nostri rubinetti, è stato reso più sicuro. Anche la parte finale della rete, quella che arriva fino alle nostre case, avrà nuovi e migliori standard di sicurezza. Questa parte dell’impiantistica idraulica non era contemplata nei disciplinari precedenti. Acqua potabile più sicura