Abitare, Eventi

Vedere i ghiacciai rosa non è molto positivo

Alcuni ghiacciai alpini sono sotto attacco di una strana alga nordica che li colora di rosa acceso

Siamo pieno di modi di dire in cui il rosa è positivo, da “la vie en rose” agli “occhiali rosa” con cui gli innamorati vedono il mondo. Eppure vedere tutto rosa non è sempre una buona cosa. Viene dalla Groenlandia dove è nota da tempo, quest’alga microscopica, che si tinge di porpora e rende rosa i ghiacciai. Hanno segnalate una loro invasione su un ghiacciaio nell’Engadina nelle Alpi svizzere. Oltre ad avere questo strano effetto colorante hanno anche un secondo indesiderato effetto, accelerano lo scioglimento delle nevi perenni. Si chiama Ancylonema nordenskioeldii la minuscola alga che rischia di mutare i panorami più belli dei nostri monti. Vedere i ghiacciai rosa non è molto positivo

Abitare

Cambieremo il modo di pensare agli acquisti?

Quando ci saremo liberati del Covid-19 torneremo a dare priorità ai negozi del vicinato?

Uno dei cambiamenti che questa pandemia potrebbe apportare è quella di riconsiderare il negozietto sotto casa. I rapporti umani, condizionati dalle distanze di sicurezza, mascherine e guanti, ci faranno apprezzare un rapporto meno asettico rispetto a quello del supermercato. Non sarà un ritorno ad una distribuzione simile a quella degli anni 50, ma certamente la fredda opulenza dei supermercati coi suoi rituali e le sue file muterà. Cambieremo il modo di pensare agli acquisti?

Abitare, Eventi

Baobab cosa sta succedendo, perché muoiono?

Sono tra gli alberi più longevi, presi ad esempio della capacità di sopravvivere ad ogni evento, ma ora stanno morendo.

Non ci sono ancora risposte, gli scienziati li stanno studiando per scoprire i loro segreti di longevità ed ora hanno cambiato target. Cercano di scoprire come mai si stanno ammalando e stanno morendo. Alberi iconici del paesaggio africano sono molto particolari, per dimensioni, forme, altezza e per la capacità di rigenerarsi. Sono simbolo della cultura africana ed a loro sono legate fiabe, leggende, riti. Baobab cosa sta succedendo, perché muoiono?

Abitare

Credete ai Puffi? Fareste bene a farlo

Presto potreste abitare in case viventi formate da funghi.

Un completo cambio nel campo edilizio. Materiali biologici al posto delle solite strutture, al posto del cemento armato un materiale vivente, che potremmo modellare a piacere. Una innovazione che fatichiamo a pensare come reale, eppure il progetto esiste ed è finanziato proprio coi nostri fondi. Dietro a questa FUNGAR (Fungis Architechture) ci sono infatti i finanziamenti europei. Credete ai Puffi? Fareste bene a farlo

Abitare, Benessere

Quando il rumore di un’auto è un segno vitale

Dopo 3 settimane di reclusione a causa del Covid-19 e di lavoro in smart-working, ci stiamo abituando ad un silenzio tombale

Se non fosse per la vicina che si ostina a battere i tappeti, saremmo avvolti da un silenzio assordante rotto solo dal brusio della ventolina del laptop. Chi l’aveva mai notato quel frushhh leggero leggero, abituati a pensare che i pc sono completamente silenziosi, sorprende che la soglia del rumore udibiie si sia alzata tantissimo. Notiamo suoni e rumori di cui avevamo perso memoria, che ci fanno sobbalzare o girare la testa. Quando il rumore di un’auto è un segno vitale.

Abitare, Benessere, Enogastronomia

La spesa online, una pia illusione

Tutti coloro che hanno pensato di poter soddisfare le esigenze familiari durante la quarantena con l’e-commerce sono rimasti perplessi

Molti clienti sono delusi, il servizio non è sufficiente e non riesce a soddisfare le richieste. Manca il personale che possa ricevere gli ordini, prepararli e soprattutto consegnarli. Non ci sono finestre o slot liberi per parecchi giorni. Chi aveva immaginato di acquistare prodotti freschi come frutta e verdura, ha dovuto rapidamente cambiare opinione e obiettivo. Invece di favorire le persone in quarantena ha fatto aumentare le ansie. La spesa online, una pia illusione

Abitare, Benessere

Dirigenti pensionati per decreto in tracollo emotivo

L’improvviso ridimensionamento delle funzioni dei work-aholic ha fatto saltare molte convinzioni e creato disagio nei manager e capitani d’azienda

Per chi è passato da 15 appuntamenti e riunioni settimanali a zero, in un solo giorno, è stato un vero salto nel baratro. Persone convinte di essere il cardine su cui si poggia il mondo si son trovate perdute tra cucina, salotto e balcone a farsi dettare i ritmi da mogli o mariti. Le agende cartacee o elettroniche malinconicamente vuote o dimenticate da qualche parte. Il telefono sempre pronto a squillare è diventato improvvisamente muto, e le uniche chiamate sono quelle dei parenti che cominciano inevitabilmente con “Come state?” Dirigenti pensionati per decreto in tracollo emotivo

Abitare, Benessere

L’inquinamento favorisce la diffusione del coronavirus

Sono le aree dove più è alto l’inquinamento dell’aria a subire i maggiori rischi di diffusione del COVID-19

C’è una relazione tra le attività umane e la diffusione del virus. Maggiori sono gli indici d’inquinamento e di presenza di polveri sottili e maggiore è la possibilità di diffusione. Confrontando i dati forniti dalle colonnine di controllo della qualità dell’aria e le aree dei focolai, si ha questo risultato. Più sono presenti polveri PM10 e più si sono insediati i focolai del coronavirus. Le aree sono quasi perfettamente sovrapponibili. Una indicazione empirica della vastità del problema, legato alla bassa qualità dell’aria che respiriamo. L’inquinamento favorisce la diffusione del coronavirus

Abitare, Benessere

Pesciolino rosso non liberatelo

Lasciate vivere i vostri pesci rossi nella loro boccia fino all’ultimo giorno se non volete creare incidenti ecologici

Qualcuno ha preso ispirazione da un celebre film a cartoni animati ed ha pensato di dare una nuova chance al proprio pesciolino. In realtà probabilmente lo ha ucciso nel momento stesso in cui ha scaricato lo sciacquone. Il vostro “Nemo” rischia di non arrivare nemmeno nelle fogne. Lo shock termico dell’acqua fredda potrebbe giù porre fine alla sua esistenza, ma se riuscisse ad arrivare nelle fognature dovrebbe avere una fortuna incredibile per farcela. Pesciolino rosso non liberatelo

Abitare, Benessere, Viaggi

L’isola dove fanno a meno del tempo

Un’isola norvegese vuole diventare time free, la prima area al mondo dove il tempo non conta nulla

Il concetto di tempo è un po’ complicato da spiegare, a questi norvegesi è venuta l’idea di toglierlo di mezzo e vivere senza le regole imposte dagli orologi. Vogliono essere flessibili, vogliono vivere al meglio senza stare a contare i minuti. Ogni giorno settimana mese ed anno senza vincoli. Il paradosso tutt’altro che folle è quello che un residente spiega così: “Se vuoi tagliare il prato alle 4 del mattino, allora lo fai”. L’isola dove fanno a meno del tempo