Eventi

Le ceneri di un vulcano cambiarono la storia di Roma

Gli storici si affidano a riferimenti molto più scientifici per studiare le grandi fasi storiche. Scoprono così che eventi naturali, anche se eccezionali, possono variare la storia delle genti

Gli eventi atmosferici hanno sempre influenzato le vite degli uomini. Quelli eccezionali lo hanno fatto ancora di più. Dovremmo fare molta più attenzione alle variazioni climatiche ed alle sue conseguenze. Prendete esempio da questa notizia, amplificatela a tutto il globo terrestre e traetene le giuste conclusioni. Uno studio individua nell’eruzione di un vulcano situato in Alaska la causa di alcuni sconvolgimenti nella politica dell’antica Roma. La Repubblica romana era in crisi, le lotte intestine per il potere stavano minando profondamente la vita dell’Urbe. A farne le spese fu Giulio Cesare che nelle idi di marzo del 44 A.C. venne assassinato. Le ceneri di un vulcano cambiarono la storia di Roma

Abitare, Benessere

Anche noi contribuiamo alla deforestazione mondiale

Anche noi italiani diamo un importante contributo a distruggere il patrimonio boschivo e forestale. Con le nostre azioni favoriamo la diffusione delle pandemie

Ci riempiamo la bocca e la testa di messaggi positivi, etici ed ecologici, eppure siamo causa di molti dei processi che portano alla deforestazione. In 25 anni le foreste che coprono il nostro pianeta sono diminuite del 3%. Troppo, e soprattutto in controtendenza con tutti i dettami per tenere sotto controllo la CO2. Ci sono aree in cui la deforestazione è stata controllata maggiormente, altre in cui è in folle escalation. Oltre un quarto delle terre emerse è coperto da foreste (27%) e quel dato dovrebbe aumentare e non diminuire. Anche noi contribuiamo alla deforestazione mondiale

Benessere

Per fare concorrenza alle api servono le bolle di sapone

Dimostrato scientificamente che le bolle di sapone possono impollinare i fiori, la tecnica sperimentata su alberi di pero.

Sostituiremo le api e gli altri insetti impollinatori con miliardi di bolle di sapone? Pare proprio che sia possibile. Le bolle calibrate in modo preciso possono sostituirsi alle api e fecondare i fiori dei nostri frutteti. Non serviranno a fare il miele, ma forse le bolle possono darci una grossa mano nel combattere la crisi dovuta alla diminuzione degli insetti impollinatori. Molte colture potrebbero avvantaggiarsi di una nuova tecnica che non impone agli umani di fare l’operazione manuale. I cinesi hanno tentato l’impollinazione manuale col pennello, ha dato risultati positivi, ma è il mestiere più noioso che si conosca. Altri tentativi sono stati effettuati con macchine che spruzzano il polline, un processo su cui gli israeliani puntano molto per le loro mandorle. Per fare concorrenza alle api servono le bolle di sapone

Eventi

Basta col profitto basato sull’odio

Importantissime aziende multinazionali cambiano le loro strategie pubblicitarie. Bloccano le promozioni dei loro prodotti su piattaforme che non fanno abbastanza per fermare campagne d’odio

Facebook, Twitter, Instagram, YouTube sono accusate di essere troppo morbide nei confronti di chi diffonde messaggi d’odio e per questo verranno boicottate. Se a farlo sono i singoli utenti non fa molto rumore, ma se a dirlo e a farlo sono alcune multinazionali il discorso cambia. Coca.Cola, Patagonia, Unilever, Verizon e NorthFace sono tra le aziende che si sono impegnate in questo senso. Basta col profitto basato sull’odio.

Eventi

Furto di dati sensibili alla Tim

Cosa succede quando una compagnia che opera nel settore delle telecomunicazioni perde la fiducia dei suoi clienti?

Operavano all’interno della TIM alcuni dipendenti disponesti che dirottavano informazioni riservate. Ovvero rubavano i dati dei clienti di telefonia e li rivendevano a call center. Sono almeno 13 le aziende coinvolte nella compravendita di dati. Sono loro i responsabili delle odiose chiamate assillanti che conosciamo bene tutti quanti. Non si trattava di briciole ma di proventi di decine di migliaia di euro mensili. Sono stati scoperti dalla Polizia Postale in un’operazione definita Data Room. I dipendenti infedeli lucravano su un aspetto molto delicato, quello della raccolta dati. Furto di dati sensibili alla Tim

Abitare, Benessere

Robot in agricoltura una necessità

Cresce l’esigenza di utilizzare intelligenza artificiale nelle coltivazioni

La crisi pandemica ha portato all’attenzione la carenza di mano d’opera, soprattutto nel reparto agricolo. Uno dei pochissimi settori a non aver segnato un segno meno a due cifre. L’agricoltura in un territorio come quello italiano che non è tutto vallate e pianori, ha bisogno di molta specializzazione. Sono necessari interventi umani in molte delle cure degli impianti, però in tutte le funzioni più ripetitive può venire in soccorso l’intelligenza artificiale. Viene a mancare la parte bucolica e romantica dell’agricoltura, legata al mal di schiena, al sudore e alle levatacce prima dell’alba. Ma in compenso aumentano le risorse per chi opera nel settore. Robot in agricoltura una necessità.

Benessere

Azioni promozionali per sostenere i boschi

Si fa sempre più strada un modo di fare promozione commerciale per ottenere visibilità in modo etico e sostenibile.

L’operazione di salvaguardia, ripristino e protezione di 6 zone boschive italiane in difficoltà è promossa da Gran Cereale. Un aiuto importante per aree che sono in sofferenza per incendi, siccità, disastri idrogeologici. Saranno 13 gli ettari di terreno coinvolti con azioni che vanno dalla ripiantumazione alla stabilizzazione del terreno, pulizia da infestanti e protezione da incendi. Prevista la messa a dimora di 3.200 piante e arbusti per ridare vita ad aree che rischiavano di scomparire. Azioni promozionali per sostenere i boschi

Benessere

L’odore più antico della Terra è quello della pioggia

Ha un nome preciso il composto chimico che ci fa capire che la pioggia sta arrivando. Un profumo che molti amano

Quel caratteristico odore di terra che annuncia la pioggia imminente è dato dalla Geosmina. Esiste da milioni di anni ed è lo strumento cui i batteri attirano i piccoli artropodi perché se ne nutrano. La composizione chimica alla base di questo odore/profumo è nota da tempo eppure solo adesso è stata formulata una teoria che ne spiega la funzione.  Quell’odore di terra bagnata e muschio lo producono i batteri streptomiceti, che vengono ampiamente utilizzati in molti medicinali. L’odore più antico della Terra è quello della pioggia

Eventi, Viaggi

Dobbiamo restituire le opere d’arte rubate?

Un collettivo di artisti di origini africane chiede che tutti i manufatti sottratti durante il colonialismo siano restituiti ai paesi d’appartenenza

Cominciamo dalla fine. 5 attivisti sono stati arrestati a Parigi per aver cercato di sottrarre e riportare al paese d’origine un manufatto di arte etnica. Tutto è accaduto al bellissimo e assolutamente da visitare,  Museo di Quai Branly dedicato a Jacques Chirac. Uno dei musei più ricchi al mondo di manufatti provenienti dalle culture native di tutto il mondo. Almeno 70.000 pezzi delle collezioni provengono dall’Africa sub sahariana. Sono oggetti acquistati, requisiti o ottenuti durante il periodo coloniale. Dobbiamo restituire le opere d’arte rubate?

Benessere, Enogastronomia

L’etica della porzione piccola per una sana alimentazione

Chi ha avuto modo di viaggiare ha potuto accorgersi che ci sono molte differenze nel modo di alimentarsi.

Chiunque abbia avuto modo di visitare altri paesi ha notato che ci sono popoli che tengono alla loro salute in modo particolare. La sintesi di queste abitudini igieniche è di solito segnata dal tipo di alimentazione. Anche le catene alimentari più diffuse sul pianeta si adeguano alle esigenze locali e cambiano a seconda del paese che le ospita. L’etica della porzione piccola per una sana alimentazione