FORTE malia

Ethical Blog of Passion!

Benessere

Tessuto di legno migliore del cotone

Un innovativo metodo di lavorazione del legno che permette di creare un tessuto dalle scorie del legno

Viene dalla Finlandia il nuovo processo tecnologico che permette di trasformare le fibre del legno in tessuto. Si chiama Spinnova l’azienda di
Jyväskylä che ha portato a termine il progetto pilota nel 2018. Per ottenere grazie a speciali trituratori brevettati un tessuto di legno migliore del cotone.

Trituratori brevettati

Questi trituratori brevettati riducono il legname, gli scarti della produzione agricola o altri tessuti in piccole fibre di cellulosa che possono essere filate. Una volta ottenuto il filato si possono fare tessuti adatti a diventare abiti. I vantaggi rispetto al cotone sono immensi perché il legno non richiede di cure particolari per crescere. Mentre il cotone ha bisogno di moltissima acqua spesso prelevata anche in aree che non sono particolarmente piovose o addirittura semi desertiche. Ricordiamoci sempre di cosa è accaduto al lago di Aral, trasformato in una pozza e destinato forse a prosciugarsi per i troppi prelievi. Prelievi fatti appunto per coltivare il cotone.

tessuto, legno, ecologia,

Il risparmio energetico e’ molto sostanzioso

Il risparmio di acqua e’ stato calcolato nel 99% del totale, anche perché questo legname costituito in buona parte da scarti non necessita di alcuna irrigazione. Aggiungete anche che il cotone ha bisogno di molti pesticidi, mentre nel processo di trasformazione finlandese non sono usati reagenti chimici. Qualcuno dirà dov’è l’innovazione visto che anche la viscosa e’ prodotta dal legno. La differenza sta proprio nell’uso della chimica, che in questo processo che e’ solamente meccanico, è esclusa.

Completamente biodegradabile

Completamente biodegradabile non incorre nemmeno nel problema delle fibre sintetiche che durante i lavaggi in lavatrice vengono perdute. Finiscono in acqua e poi in mare, contribuendo all’inquinamento degli oceani e ritornando poi nei nostri piatti sotto forma di cibo.

tessuto, legno, ecologia,
Enogastronomia

Batali il cuoco che ti impasta le tette

Nuovi guai giudiziari per Batali l’irruento chef italo-americano

Non riesce a tenere le mani a posto Marco Batali, lo chef italo-americano che ha costituito un impero coi suoi ristoranti e il suo presenzialismo in programmi TV. E’ la seconda volta nel giro di poco tempo che riceve accuse di molestie, e questa potrebbe essergli fatale. Sappiamo che la cucina è un luogo prevalentemente maschile, le Lady Chef sono numericamente poche e non sempre valorizzate a dovere, anche se la schiera sta aumentando e notiamo molte più Chef stellate donna. Batali evidentemente appartiene alla vecchia guardia, diventato famoso anche per essere il cuoco che ti impasta le tette.

Eventi

La spiaggia è lo specchio di una umanità molto varia

Mostra fotografica di Martin Parr in occasione della Fotografia Europea 2019

Si svolge anche quest’anno a Reggio Emilia la Mostra dedicata alla Fotografia Europea. Saranno moltissimi gli spazi espositivi, sparsi per la citta’. Anche MAX & Co hanno voluto dare il loro contributo ospitando lo show di Martin Parr “Beach Theraphy“. Il fotografo britannico ritrae le persone sul bagnasciuga perché la spiaggia e’ lo specchio di una umanità molto varia.

Benessere

Sesso piacevole anche dopo i 70 anni

Un errore che commettiamo spesso è considerare il sesso una cosa solo per giovani

II sesso non deve essere limitato solo agli anni focosi della gioventù. Ci sono molte persone che conservano la libido intatta e che vogliono o vorrebbero continuare a godere dei piaceri del corpo. Vengono ingiustamente guardate con sospetto o definiti sporcaccioni. A togliere ogni dubbio ci pensa una signora statunitense che del sesso piacevole anche dopo i 70 anni ha fatto una vera scuola.

Eventi

Niki Lauda se ne va il campione etico della Formula 1

A 70 anni ci lascia il pilota che si è battuto per la sicurezza

Non ce l’ha fatta a superare la crisi che ha coinvolto i reni e, a soli 70 anni, si spegne una leggenda della sport motoristico.  
Niki Lauda: se ne va il computer della Formula 1. Era meticoloso e preciso, un grande pilota in grado di dialogare con l’auto e ottenerne il massimo. Un collaudatore/sviluppatore se mai ce n’è stato uno. A lui dobbiamo la ricerca e sviluppo delle tecnologie per garantire la sicurezza sulle autovetture, prima nel Gran Premio di F1 e poi trasferite nelle nostre automobili.

Benessere

Siamo tutti sadici, godiamo dell’infelicità altrui

Un’azienda che raccoglie dati ha analizzato anche la nostra parte oscura

Sono miliardi i dati che vengono raccolti a scopo commerciale e riguardano la parte più positiva del nostro modo di vivere. Però non è tutto roseo quello che arriva nei server dei raccoglitori di dati. C’è una parte oscura che spesso è prevalente e che dimostra che siamo tutti sadici, godiamo dell’infelicità altrui.

Enogastronomia

Che sapore ha la carne non-carne?

La mangerete? O avete dubbi sulla sua qualità?

E’ arrivata, dopo anni di ricerche, di annunci, di presentazioni e rimandi adesso è veramente pronta per essere servita in tavola. La carne non carne è disponibile nelle hamburgherie Welldone. Sono 15 punti vendita in Italia ma la catena è in espansione. La curiosità è tanta e il progetto sembra decisamente etico e sostenibile. Resta un dubbio che sapore ha la carne non-carne?

Enogastronomia

Imperdibile Trentino & Wine a Trento

Una mostra dedicata agli esperti ma aperta a tutti che si prenoteranno

Si tiene lunedi’ 20 Maggio a Trento la mostra dedicata al vino e ai prodotti trentini davvero imperdibile “Trentino & Wine”. La cornice davvero suggestiva e’ quella del Palazzo Roccabruna in Via Santissima Trinita’,24. La degustazione di ben 143 vini e’ gia’ una promessa di evento da ricordare.

Benessere

Ne ammazza più la bici che l’auto

Il dato dei decessi su due ruote in Olanda desta preoccupazione. 

Il simbolo stesso dell’Olanda è sotto accusa perché non sono più le auto ma le bici ad essere le più pericolose in strada. Le biciclette aumentano e le auto calano, ma questo non basta a comprendere come mai i decessi siano così numerosi. In Olanda ne ammazza più la bici che l’auto.